Come funziona la stampante wireless

La stampante wireless è un dispositivo collegato ad una rete senza fili ed, in quanto tale, è posizionabile in qualunque punto della casa o dell’ufficio ed è utilizzabile da tutti i PC connessi alla rete stessa.
La rete wireless (senza fili) è, normalmente, basata su di un dispositivo (router o punto di accesso) che invia e riceve gli impulsi agli altri apparecchi collegati (computer e stampanti), in maniera simile alla base di un comune telefono cordless. Molti router wireless possono anche essere collegati a dispositivi cablati, utilizzando un cavo speciale e costituendo una connessione Ethernet.
Tutti i dispositivi collegati al router wireless, tramite connessione senza fili o cavo Ethernet, hanno accesso alla stessa rete ed interagiscono tra di loro indipendentemente dal tipo di collegamento al circuito a cui appartengono.
Il principale beneficio derivante dall’utilizzo di una stampante wireless è la libertà di posizionamento della stessa, la cui ubicazione risulta, pertanto, indipendente dalla collocazione del computer a cui è collegata. Non va dimenticato, inoltre, che una sola stampante wireless può essere condivisa da più PC collegati alla rete, previa installazione dello specifico software su ogni apparecchio. Il tutto senza necessità di antiestetici cavi che, disordinatemente, affollano gli ambienti.
Per comunicare su di una rete senza fili, la stampante deve conoscerne il nome (SSID) e le impostazioni di sicurezza (password di crittografia). Al pari degli altri dispositivi facenti parte della connessione, anche la stampante wireless viene riconosciuta attraverso un indirizzo IP derivato da quello del router principale. Il collegamento di dispositivi su rete senza fili è individuato, fra gli addetti ai lavori, con le sigle 802.11a, 802.11b o 802.11g.
La connessione fra la stampante ed i computer di riferimento, non collegati ad una rete wireless, può avvenire anche tramite tecnologia Bluetooth, cioè mediante l’utilizzo di trasmissioni radio su distanza ridotta.
Le stampanti wireless utilizzano una speciale scheda incorporata e devono essere collegate all’alimentazione elettrica e non alla rete o al computer. Normalmente, l’installazione di una stampante di questo tipo in una rete domestica avviene inserendo l’apparecchio come dispositivo autonomo, a cui verranno connessi successivamente i restanti PC facenti parte del circuito.
Alcune stampanti wireless dispongono di un indirizzo IP proprio, mentre altre si collegano alla rete già esistente. L’installazione di questi dispositivi avviene come per le stampanti cosiddette tradizionali (dotate di cavo di connessione), procedendo nel modo di seguito descritto. Dal menu “Start”, selezionare “Pannello di Controllo” e quindi scegliere l’opzione “Aggiungi stampante”. A questo punto è necessario creare una nuova porta, utilizzando la connessione “Standard TCP/IP”, quindi stabilire l’indirizzo IP da assegnare alla stampante, al fine di distinguerla chiaramente da tutti gli altri dispositivi wireless connessi al PC.
Una volta riconosciuto quale nuovo elemento hardware, il dispositivo potrà essere utilizzato come una comune stampante tradizionale.

stampante

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>