Framework 3.5 – Restyling o News? Guida alle principali nuove funzionalità

Il .NET Framework è, a tutti gli effetti, il cuore della tecnologia .NET creata da Microsoft.
E’ un ambiente software grazie al quale si possono creare, eseguire, testare ed infine distribuire applicativi classici o di tipo web, scritti tramite linguaggi .NET compatibili
E’ composto da tutti i compilatori relativi ai linguaggi Microsoft, da una serie di librerie software e da un ambiente di esecuzione CLR ( Common Language Runtime ).
La versione 3.5, non è la più recente ed è stata rilasciata con la suite Visual Studio 2008 il 19 Novembre 2007.
Le caratteristiche che la differenziano dalla versione precedente riguardano:

– Alcuni miglioramenti relativi a C# Versione 3.0 e Visual Basic 9:
— Gestione di Tipi anonimi con inferenza statica.
— Supporto al metodo delle estensioni.
— Supporto al lambda calcolo ( sistema formale, in grado di analizzare formalmente le definizioni delle funzioni matematiche e le loro applicazioni, utile in particolar modo per studiare i fenomeni di ricorsione ).

– Introduzione del Language Integrated Query ( LINQ ), grazie al quale è possibile, in ambito .NET effettuare interrogazioni di dati, tramite una sintassi simile a quella dell’SQL.

– Aggiunta di funzionalità AJAX in ambiente ASP.NET.

– Aggiunta di nuove funzionalità di rete.

– E’ stata inclusa la tecnologia WCF ( Windows Communication Foundation ) che estende il supporto del framework in merito alle applicazioni mobile distribuite.

– E’ stato migliorato il debug grazie a strumenti di diagnostica.

– E’ stato aggiunto il componente assembly System.addIn.dll, che introduce un nuovo modello e una nuova architettura per la gestione delle estensioni.
Le caratteristiche del modello sono le seguenti:
— Individuazione ( classe AddInStore – Utile per trovare i componenti aggiuntivi )
— Attivazione ( classe AddInToken – Utile per attivare i componenti aggiuntivi )
— Isolamento ( Supporto per l’isolamento dei domini dell’applicazione e dei processi dei componenti aggiuntivi )
— SandBoxing ( facility per la configurazione dei componenti aggiuntivi )
— Composizione dell’interfaccia utente ( supporta la composizione diretta dei controlli presenti nella Windows Presentation Foundation )
— Controllo delle versioni ( Le nuove versioni, possono essere introdotte nel modello ad oggetti in modo non invasivo, per cui non influisce sul lavoro di chi sviluppa e non influisce sui componenti aggiuntivi esistenti ).

micro

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>