Come formattare Windows Vista

Sia che la necessità di formattare sia dovuta ad un nuovo acquisto del computer, sia che si tratti di un estremo tentativo di salvare una situazione difficile, bisogna capire cosa si sta facendo.
Questo perché una formattazione comporta la totale perdita dei dati presenti sull’hard disk, che potranno difficilmente essere recuperati successivamente. Esistono dei software che si occupano proprio di questa operazione, ossia di recuperare dei dati dopo una formattazione avvenuta per sbaglio, ma spesso il loro funzionamento è difficoltoso e richiedono molto tempo per recuperare solo pochi dati.

Fino a qualche tempo fa, una formattazione andava compiuta da tecnici esperti perché ogni volta presentava molti problemi. Con l’avanzare della tecnologia, questo tipo di operazioni stanno diventando di ordinaria amministrazione per quasi tutti gli utenti.

Si consiglia, soprattutto le prime volte, di non procedere se non si è sicuri di aver capito che cosa si sta per fare.

Ma vediamo nel dettaglio in cosa consiste la formattazione: prima di poter utilizzare i dischi rigidi di un computer, è necessaria un’operazione che prende il nome di “formattazione”. In questo modo potranno essere configurati i “filesystem” che userà Windows per la memorizzazione dei dati.
E’ importante anche introdurre il concetto di “partizione”, ossia un’area di un disco rigido che è possibile formattare e a cui è possibile successivamente assegnare una lettera dell’alfabeto. Generalmente la prima partizione di un sistema è contrassegnata dalla lettera “C”. In alcuni casi è presente una sola partizione, altre volte si sceglie di dividere il disco rigido in più volumi, ad esempio per questioni di backup.

Nel seguito dell’articolo si cercherà di analizzare i passi principali che portano all’installazione di Windows Vista, compresa la divisione in partizioni dell’hard disk e la conseguente formattazione.

La prima schermata che appare, permette di scegliere la lingua. Si dovrà poi inserire il “Product key”, ossia la chiave di attivazione di Windows che si trova generalmente sulla confezione o su un’etichetta attaccata sul computer stesso.

Gli utenti un po’ più esperti possono optare per un’installazione del sistema operativo “personalizzata”, che permette una migliore gestione delle varie opzioni disponibili.

Seguirà poi una schermata in cui scegliere le partizioni. In basso a destra è possibile scegliere “Opzioni unità (avanzate)”, che porterà l’utente ad una scelta tra le possibli opzioni: si potrà quindi eliminare una partizione o crearne di nuove nello spazio libero.
Se si sta eseguendo la formattazione per ripristinare totalmente il sistema, è sempre consigliato eliminare la partizione principale per poi ricrearla.
Una volta che la partizione è stata creata, è possibile formattarla e quindi procedere all’installazione del sistema operativo attraverso le varie fasi guidate: la parte più difficile è passata.

vista

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>