Come farsi venire la febbre

Ecco una serie di curiosi modi che si trovano in rete per far aumentare la temperatura corporea, alcuni sono un po’ bizzarri altri sembrano un po’ pericolosi.

Il primo metodo consiste nell’utilizzare il ghiaccio: è sufficiente mettere qualche cubetto di ghiaccio sotto il cuscino prima di andare a dormire. Il mattino successivo ci sveglieremo con una febbre non troppo alta, ma comunque importante, intorno ai trentotto gradi.

Un’alternativa al ghiaccio è rappresentata dal dentifricio. In questo caso il procedimento da seguire è un po’ bizzarro, ma di sicura efficacia: spremiamo del dentifricio dal tubetto, e spalmiamolo sulle labbra; quindi, tratteniamo il respiro fino a quando riusciamo. Questa operazione deve essere ripetuta quante più volte possibile nel giro di dieci minuti: dopo poche ore, noteremo che la temperatura corporea avrà superato i trentasette gradi e mezzo.

Naturalmente, è possibile far credere di avere la febbre anche quando non è vero, semplicemente facendo alzare la temperatura rilevata dal termometro: sarà sufficiente tenere per dieci minuti una saponetta sotto l’ascella, e quindi procedere a misurare la temperatura. Noteremo che la temperatura del corpo supera i trentotto gradi; il motivo è presto detto: irritando la pelle, la saponetta determina un innalzamento della temperatura di quella zona corporea.

Un’alternativa ancora più semplice, invece, consiste nell’avvicinare il termometro a una lampadina accesa (calda) per pochi minuti.

termometro

4 comments

Leave Comment
  1. mariapia

    “scritti dagli utenti per gli utenti” e quindi NON AFFIDABILI,
    spesso PERICOLOSI e STUPIDI.
    Diffidate gente, fidatevi soltanto di persone con formazione accademica certificata!

  2. clarissa

    ho provato il metodo delle patate crude,ma non funziona, quello del freddo con me nemmeno e deldentifricio funziona …….

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>