Come fare una pizza congelata

Spesso le persone che lavorano non hanno troppo tempo a disposizione e ricorrono ad alimenti surgelati. La conservazione dei cibi in congelatore è senz’altro una delle opportunità maggiori per una “non casalinga” perché permette di risparmiare tempo e nello stesso tempo offre la possibilità di variare nel gusto. Se abbiamo tempo e voglia, possiamo preparare dell’impasto in casa e poi surgelarlo già steso. Serviranno solo pochi minuti per scongelarlo quando ci servirà e potremo farcirlo con ciò che abbiamo a disposizione. Oppure possiamo comprare delle pizze già preparate e congelate in qualsiasi supermercato.
Ormai le pizze congelate si trovano ovunque, e si tratta sia di semplici basi bianche che di pizze già pronte, come la pizza margherita, quella ai funghi, oppure al prosciutto o la diavola . In ogni caso, la procedura da seguire è questa: preparare il forno scaldandolo per dieci minuti tra i 180 e i 190 gradi, infilare la pizza posizionandola sulla griglia centrale e lasciarla riscaldare per sette/otto minuti, fino a quando vediamo che la mozzarella assume una leggera tonalità dorata. Ovviamente se la vogliamo più croccante, basta lasciarla per un paio di minuti in più e la avremo con la crosticina leggermente bruciacchiata
Per chi vuole riscaldare la pizza nel microonde, la procedura è decisamente più veloce. Bastano solo tre minuti e avremo una pizza perfettamente scaldata. Il problema del microonde è piuttosto quello di rendere la pizza un po’ bagnata e molliccia; poco croccante insomma. La soluzione allora è quella di accendere la funzione “grill” che renderà l’impasto molto più croccante. Per questo quasi tutti i microonde ormai nascono “combinati”, associando la classica funzione di scongelamento/cottura a microonde con la funzione grill, che è simile a quella di una classica griglia.
Io non compro spesso le pizze congelate, ma quando lo faccio preferisco acquistare una semplice base bianca sulla quale posso mettere di tutto. Anche perché la mia pizza preferita è la marinara. Allora, senza lasciar scongelare l’impasto, vi poggio sopra un velo di passata di pomodoro al quale ho mischiato sale, origano e abbondante aglio. Condisco con un filo d’olio e inforno per una decina di minuti, affinché il pomodoro possa solo asciugare senza cuocersi del tutto. Per chi ama i sapori decisi è una pizza perfetta!
Lo stesso è possibile se abbiamo in casa degli affettati e della scamorza.
Un’altra pizza semplice da preparare, in questo caso, è quella allo speck (tagliato sottilissimo), che poggeremo su delle fettine di provola o mozzarella affumicata. Dopo sei/sette minuti vi si possono aggiungere dei riccioli di radicchio.
Seguendo la stessa procedura, potremo preparare una quattro stagioni, una pizza ai carciofi, usando dei carciofini sott’olio e tante altre varianti.
Oppure potremo gustare la semplicissima focaccia, aggiungendo alla base bianca un filo d’olio extra vergine di oliva e del rosmarino. Un’alternativa gustosa da accompagnare al prosciutto crudo per un ottimo aperitivo quando abbiamo degli ospiti all’ultimo minuto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>