Come fare una ghirlanda di Natale con la cartapesta

La cartapesta è un materiale che essendo molto malleabile si presta alle più disparate creazioni.
Con l’avvicinarsi del Natale gli amanti del fai da te possono divertirsi creando delle originali ghirlande con cui abbellire la casa.
La carta più adatta è quella dei quotidiani, meglio se hanno qualche settimana.

Cosa occorre:

Vecchi quotidiani

Colla vinilica

Polvere di gesso

Filo di ferro plastificato

Vernice acrilica

Pennelli

Spatolina

Palloncino gonfiabile

Decorazioni varie (finta neve, nastri, perle, pizzi, glitter)

Come procedere:
1 – Per la realizzazione di modelli delicati si usa la polvere di cartapesta che si ottiene rompendo a striscioline la carta e mettendola in ammollo per una notte, il tutto deve poi essere bollito per circa 20 minuti.
2 – Si elimina quindi l’acqua in eccedenza e si formano diverse pollottoline che si mettono ad essiccare in un luogo asciutto, ma non a diretto contatto dei raggi solari, quando si sono ben indurite vanno grattate fino ad ottenere una polvere che deve essere conservata in barattoli chiusi ermeticamente.
3 – Al momento di usarla si mischiano 3 parti di polvere di carta, 2 di colla vinilica, 2 di polvere di gesso e 2 d’acqua, l’impasto ottenuto deve risultare simile alla plastilina.
4 – Con un filo di ferro plastificato, si crea la forma che si vuole dare alla ghirlanda: a cerchio, ovale o a cuore e si fissa bene all’estremità formando una piccola asola che servirà per appendere il lavoro finito.
5 – Modellando la cartapesta con le mani e con l’aiuto di una spatola si ricopre bene la struttura realizzata cercando di mantenere la superficie il più liscia possibile.
6 – Si lascia asciugare molto bene, quindi se sono presenti delle imperfezioni o se la superficie è troppo ruvida con l’aiuto di carta vetrata molto fine si sistema il tutto.
7 – A questo punto va data una mano di vernice acrilica nel colore che si desidera usare come fondo. 8 – Con un po’ di manualità, sempre con la cartapesta, si possono modellare dei fiori e delle foglie che una volta ben asciutti, dopo averli colorati, si attaccano alla ghirlanda con qualche goccia di colla. Per arricchire il tutto si applicano delle piccole pigne o dei rametti di pino spruzzati con della finta neve, nastri, perle, pizzi, glitter e tutto quello che la fantasia suggerisce.
Con un fiocco in tinta con le decorazioni fatte si nasconde il cappio di filo di ferro.

Nel caso si volesse realizzare una ghirlanda molto grande per non appesantirla troppo si può usare un palloncino gonfiabile stretto e lungo che dopo essere stato riempito d’aria e modellato a forma di cerchio va ricoperto con la cartapesta e lasciato asciugare molto bene, si procede poi con la decorazione nel modo preferito.
Con un po’ di pratica e di pazienza si riesce ad ottenere lavori sempre migliori, perciò non ci si deve scoraggiare se i primi tentativi non risultano perfetti.

ghirlanda di natale

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>