Come Fare stretching

Ognuno dovrebbe avere un colpo sciolto, perché ciò equivale ad avere un corpo in salute. Essere legati corrisponde ad aver accumulato un sovraccarico di energia in alcuni muscoli del corpo, energia che necessita di essere scaricata. Ma come può avvenire ciò? Con lo stretching, naturalmente.
Lo stretching si compone di decine e decine di esercizi (da eseguire da soli o anche in coppia) che servono a “stendere” (dal verbo ” to stretch” inglese) i muscoli.
Lo stretching è molto importante anche in alcune discipline come le arti marziali, ma una delle sue funzioni più importanti è quella di prevenire le lesioni, specie quelle di tipo muscolare.
Gli esercizi di stretching riguardano in special modo le gambe e le cosce, e vanno eseguiti rigorosamente “a caldo”, quando cioè è già stato effettuato un riscaldamento muscolare che abbia messo i muscoli coinvolti in moto.
Elenchiamo ora alcuni degli esercizi più facili ed efficaci per stendere i muscoli, utili ad evitare eventuali fastidiosi guai muscolari.
Il primo si effettua lavorando in coppia e posizionandosi uno di fronte all’altro. Partendo da posizione eretta, chi fa l’esercizio deve stendere una gamba appoggiandola sulla spalla di chi sta di fronte, cercando di mantenere il busto dritto e il corpo diretto frontalmente. L’esercizio si ripete con l’altra gamba e poi lo eseguirà il compagno.
Il secondo si può fare da soli o in coppia, e serve alla bassa schiena e ad aprire le anche: da seduti, si stendono le gambe e si afferrano le punte dei piedi con le mani. Se arrivate naturalmente alle punte dei piedi cercate di arrivare fino ai talloni (questa è una regola generale dello stretching: se una cosa vi viene facile e naturale, complicatevela, in modo da migliorare sempre più), mentre la schiena deve cercare di scendere sempre più in basso, fino ad arrivare a toccare le ginocchia con la fronte (limite massimo).
Quando si è in fase di sforzo bisogna espirare (e cercare di scendere sempre più giù); mai scendere all’inspiro.
Se si è in coppia, il compagno preme sulla schiena per farvi approfondire ancora di più la posizione.
Inoltre lo stretching non deve essere una tortura, altrimenti può diventare dannoso: i dolori che si sentono quando si fanno gli esercizi devono essere sempre sopportabili.
Si noterà che, dopo un po’ che si è nella stessa posizione, il corpo si sarà abituato e il dolore sparirà, per cui si è pronti per approfondire un po’ di più la posizione.
Evitate movimenti bruschi e di esagerare, cose che possono condurre a strappi muscolari.
Per quanto riguarda il tempo di esecuzione degli esercizi, esso non è definito, ma si aggira nell’ordine di alcuni minuti, generalmente.
Fare stretching (come in generale fare attività fisica) è salutare e permette di prevenire alcune lesioni, perché dona ai muscoli una maggiore elasticità e resistenza a fastidiosi problemi.

fare-stretching

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>