Come fare a non pagare il canone Rai

Pagare il canone Rai è obbligatorio. Nel caso in cui non si paghi il canone, la Rai ha la facoltà di inviare a casa senza preavviso un incaricato, il cui compito sarà quello di verificare che non si possiede la tv. Nel caso in cui egli constati che si possiede la tv, e che quindi il canone non viene pagato ingiustamente, viene eseguita una ingiunzione di pagamento.

Se pensi anche tu che pagare il Canone Rai non sia giusto ti preghiamo di lasciarci la tua opinione tramite questo form e condividere questo articolo su facebook cliccando questo link così da poter sentire le idee dei tuoi amici

In ogni caso tale procedimento non è retroattivo, nel senso che vale solo per l’anno in corso, visto che non è possibile dimostrare che negli anni precedenti si possedeva un apparecchio televisivo. È importante ricordare che chi paga l’abbonamento alla tv pubblica in ritardo con un bollettino deve aggiungere all’importo una somma equivalente a poco più di 4 euro, nel caso in cui il ritardo sia inferiore ai trenta giorni, e a poco più di otto euro, nel caso in cui il ritardo sia superiore ai trenta giorni. Se il ritardo dovesse essere superiore ai sei mesi, poi, l’importo è destinato ad aumentare ulteriormente. In questo caso, infatti, alle sanzioni amministrative si aggiungono gli interessi di mora, che corrispondono per ogni semestre all’1,4% circa. Ricordiamo, comunque, che il canone rappresenta, in pratica, una tassa dello Stato, e quindi chi non lo paga incorre nell’evasione fiscale. Chi non paga l’abbonamento può ricevere una serie di solleciti da parte dell’ente preposto alla riscossione, che si chiama Urar. Se in seguito a questi solleciti non si è ancora pagato, la legge predispone il pignoramento mobiliare fino al raggiungimento del credito. Il pignoramento non consiste nel prelievo fisico degli oggetti, ma in un atto emesso del tribunale che evidenzia che tali oggetti restano nel domicilio del soggetto, ma non nella sua disponibilità. La disponibilità, infatti, passa alla società creditrice, e ciò significa che, ad esempio, il soggetto che in precedenza ne disponeva non può venderli. Dopo il pignoramento, viene notificato un avviso, che impone di pagare in contanti, annullando in questo modo il pignoramento. Nel caso in cui non si proceda al pagamento, i beni saranno venduti all’asta. Sottolineiamo, infine, che anche nel caso in cui i beni vengano venduti nel corso dell’asta, essi potrebbero in ogni caso rimanere in deposito presso il domicilio del soggetto debitore: egli, dunque, potrebbe, teoricamente, anche impedire a chi ha acquistato gli oggetti di entrare in casa per prelevarli. Riassumiamo. Nel caso in cui si sia già abbonati il primo atto che si riceve è il cosiddetto avviso bonario, cui seguirà, in caso di mancato pagamento, l’arrivo della cartella esattoriale, con le conseguenze derivanti al mancato pagamento (oltre al pignoramento, anche le ganasce fiscali, per esempio). Nel caso in cui non si sia abbonati, viceversa, entro due o tre anni è possibile che si riceva un avviso con i canoni arretrati che devono essere saldati. Il canone Rai viene anche chiamato abbonamento.

 

Quest’ultima definizione, in realtà, appare non corretta e addirittura fuorviante, perché sembrerebbe presupporre una volontà di sottoscrizione da parte dell’utente, volontà che nella realtà dei fatti manca. Infine, è bene precisare che il funzionario Rai che eventualmente dovesse presentarsi presso il proprio domicilio non ha, teoricamente, alcun diritto per entrare in casa, diritto che spetta solamente alle forze dell’ordine in possesso di un mandato specifico.

rai1

18 comments

Leave Comment
  1. gianluca

    Buongiorno, perche’ scrivete che NON e’ possibile chiedere gli arretrati del canone (per chi non ha mai pagato) e poi in fondo all’articoli dice che:” Nel caso in cui non si sia abbonati, viceversa, entro due o tre anni è possibile che si riceva un avviso con i canoni arretrati che devono essere saldati.”

    Grazie molte

  2. Nel caso in cui non si paghi il canone, la Rai ha la facoltà di inviare a casa senza preavviso un incaricato, il cui compito sarà quello di verificare che non si possiede la tv.

    Come fa ad entrare? Mi forza la porta? Io non apro a nessuno. O si porta i grimaldelli o un bazooka.

    ahuahuahuuahahuahuahu

    • Grispo

      Giustissimo. Ci vuole un mandato per entrare contro volere in una casa.. e la rai non potrà mai avere un mandato per un controllo..

  3. Grispo

    …e comunque non capisco perchè quando si va a comperare un televisore nessuno ti dica “guardi che se compra un televisore deve pagare il canone”!! Questo lo trovo poco corretto da parte dello stato e della rai..

  4. Sentite questa:

    Mi suona la porta un tipo e dice che mi cerca, scendo ed esco in strada. Il tipo si presenta con tanto di tesserino e mi chiede se sono io pinco pallo. Annuisco e lui comincia a compilare una cartella esattoriale dicendo che gli risulta che io non pago il canone rai. Nemmeno tento di fermalo e gli dico che io non ho ne tv ne computer e nemmeno internet. Lui insite e imperterrito continua a compilare la cartella. Poi fa per darmela in mano e dice che devo pagare. Ho rifiutato e non ho ne firmato e ne preso in mano nulla. Il bollettino mi è arrivato per raccomandata.

    Ma ascoltate, questo non ha verificato se io ho apparecchi audio tv x ricevere RAI MERDA DI PIU. Quindi come mai mi ha dato da pagare?

    CHE OVVIAMENTE NON PAGHERO MAI!

  5. mari

    chi non paga viene segnalato alla guardia di finanza in quanto evasori, così loro possono entrare a qualsiasi ora ( in genere all’alba)

  6. Arnaldo

    Salve, mi risulta che chi ha un tv portatile non debba pagare il canone; è vero?
    il portatile non deve essere collegato ad impianto fisso; deve avere cioè alimentazione propria (batterie) e antenna propria (non collegata ad impianto fisso)….come quelle che ci sono nelle autoradio in macchina…..

  7. MA

    Ad un amico di mio padre, dopo la visita dell’incaricato RAI, è arrivata la Guardia di Finanza alle 5 del mattino di qualche settimana dopo

  8. susy

    Il canone TV è un balzello che serve solo a ingrassare le masse che si sono spartite le reti. Considerando che i programmi offerti sono di una stupidità’ inaudita, musica o concerti inesistenti, di programmi culturali neanche l’ombra, ritengo che pagare il canone per vedere obrobri come l’isola dei famosi o il grande fratello oppure orripilanti discussioni tipo quarto grado ecc ecc.sia un’offesa alla mia intelligenza. Se chi fa i palinsesti misura tutto con il suo metro e quindi propone programmi spazzatura, non ritengo di dovere niente a nessuno neanche allo stato.

  9. titti

    scusate ma sotengo che una tassa la si debba pagare quando si usufruisce del servizio. Dovrebbe essere data la possibilità di aderire creando uno ofuscamento dei canali per chi non gradisce il servizio Rai.Visto che le tasse in generale ci dimezzano gli stipendi penso che questo sarebbe un piccolo passo per dimostrare agli italiani che il loro misero parere conta ancora, e farci godere quel che ci rimane senza privarci di tutto..visto i sacrifici che LA MAGGGIOR PARTE degli italiani deve affrontare per arrivare a fine mese.. qundo ci riesce.

  10. luca

    Ho ricevuto…la prima volta un avviso di paganebto del canone RAI con un bollettino gia prestampato e in un secondo tempo altra lettera con una vera ingiunzione di pagare detto canone….premesso questo…dico che non sono un commerciante ma un privato cittadino. non posseggo la televisione e ho solo un computer con connessione a internet con modem ADSL collegato alla mia linea telefonica…penso che manderò una raccomandata con R/R alla RAI dicendo loro che non ho la televisione da sempre…perchè la ho sempre considerata antivalore ed antidiseducativo per la corretta formazione ed educazione dei miei figli….se continuano con queste assude ingiunzioni che debbo fare per tutelare la mia immagine e la mia persona..? sarà il caso di rivolgermi ad un legale e presentare tramite alla giustizia ordinaria una denuncia contro la rai per abuso e chiedere loro i danni morali?

  11. Darina

    Non guardo la televisione per via della non informazione che offre ai cittadini, per ciò perchè dovrei pagare il canone Rai?

  12. Stefania

    La Rai, stendiamo un velo pietoso…apparte i programmi che fanno per vedere solo dei gran soldi che REGALANO ALLA GENTE con i quiz e NOI PAGHIAMO!!!! e per vedere dei programmi decentii pago già Sky che con la Rai non c’entra nulla visto che ho una mia bella parabola sopra al tetto!!!! NON TROVO GIUSTO PAGARLO ASSOLUTAMENTE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. Non sono d accordo di mettere il canone rai a pagamento con la fattura della luce dovrebbero togliere il canale Rai perchè non offre nulla per la spesa che ci chiedono

  14. Non sono d’accordo di pagare il canone rai perchè sono canali che no offrono nulla
    per la spesa che ci fate pagare e dovrebbe essere una scelta di decidere se guardare o no la rai perchè la televisione e la luce la paghi è come imu sulla prima e seconda casa che sono risparmi nostri che già paghiamo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>