Come fare un ottimo strudel

Lo strudel di mele è una ricetta tipicamente alto atesina, benché le sue origini siano turche; la tradizione rimase nelle zone dell’impero austro ungarico quando i turchi dominarono in Ungheria intorno al XVII secolo e da quel momento divenne uno dei dolci simbolo della cultura austriaca e sud tirolese.

Questi gli ingredienti per la preparazione di due strudel da 30 cm l’uno:

INGREDIENTI PER LA PASTA:
100 ml di acqua
250 grammi di farina
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 pizzico di sale
1 uovo

INGREDIENTI PER IL RIPIENO
1 chilo di mele
100 grammi di burro (intero)
100 grammi di burro (liquefatto)
2 cucchiaini di cannella
1 buccia di limone grattugiata
150 grammi di pangrattato
50 grammi di pinoli
100 grammi di uvetta
120 grammi di zucchero

COME PREPARARE LA PASTA:
Per la pasta è necessario unire tutti gli ingredienti che andranno a formare un impasto liscio e omogeneo a forma di palla: versiamo quindi in una ciotola la farina e al centro mettiamo l’uovo, il sale e l’olio e mentre impastiamo aggiungere un po’alla volta l’acqua. Una volta pronto il composto, formiamo una palla che dovrà riposare almeno per mezzora.

COME PREPARARE IL RIPIENO:
Mentre la nostra pasta riposa, prepariamo il ripieno dello strudel. Mettiamo l’uvetta a bagno in acqua tiepida, tostiamo il pangrattato con i 100 grammi di burro e sbucciamo le mele: togliamo il torsolo e tagliamole prima in 4 spicchi e successivamente in fettine più sottili.
Accendiamo il forno a 200° e torniamo alla nostra pasta che nel frattempo dovrebbe essere pronta.

Prendiamo la pasta e stendiamola con un mattarello fino a creare un rettangolo; la sfoglia deve diventare molto sottile ma attenti a non romperla! La tradizione vuole che la migliore pasta sia talmente fine da permettere, se appoggiata su un quotidiano, di leggerne i titoli.
Una volta stesa, ungiamola con metà del burro liquefatto precedentemente preparato, cospargiamola con metà del pan grattato che abbiamo tostato nel burro mentre la pasta riposava e poi adagiamo finalmente gli ingredienti: le mele, l’uvetta (strizzata dall’acqua), i pinoli, una spolverata di cannella, lo zucchero, la scorza del limone e per finire ancora un po’ di pan grattato.

Ora arrotoliamo lo strudel per la lunga, facendo attenzione a non romperlo; sigilliamolo bene alle estremità in modo che il ripieno non esca durante la cottura, mettiamolo in una teglia imburrata (o con la carta forno, a piacimento), spennelliamolo con il rimanente burro fuso e inforniamo a 200° per 40 minuti.

SUGGERIMENTI:
Il suggerimento più interessante per chi non è un cuoco provetto ma non vuole nemmeno procurarsi la pasta sfoglia già pronta, è quello di dividere la pasta sfoglia in due parti: una parte farà da base e con l’altra parte copriremo lo strudel una volta adagiato il ripieno: non si correrà il rischio che la pasta si rompa arrotolandolo.

Se dovesse avanzare dell’impasto possiamo decorare la superficie dello strudel: solitamente vengono fatte due lunghe “treccine” di sfoglia.

Ultimata la cottura, cospargiamolo di zucchero a velo, tagliamolo a fettine e serviamolo tiepido, accompagnandolo come da tradizione con una spruzzata di panna montata accanto.

fare-ottimo-strudel

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>