Come fare la sangria

La sangria è senza dubbio uno dei cocktail più bevuti e conosciuti al mondo. Nata in Spagna, ma apprezzata ovunque, è una bevanda alcolica molto dolce a base di vino e frutta, consumata soprattutto nei periodi estivi e piuttosto facile da preparare. Esistono diverse ricette per ottenere una buona sangria, ma qui di seguito vi proponiamo quella più classica e vicina alla tradizione iberica.

Ingredienti (per 10 persone):

1 litro e mezzo di vino rosso (preferibilmente corposo e ad alta gradazione)

3 pesche gialle

2 mele

2 arance

1 limone

50 grammi di zucchero

1 bottiglia da 0,75 cl di gassosa

1 bacca di vaniglia

1 stecca di cannella

4 chiodi di garofano

50 ml di brandy

Tempi di preparazione: 20 minuti per comporre la sangria + 2 ore in frigorifero per raffreddarla

Difficoltà: molto semplice

Preparazione:

Lavate con cura sia le pesche che le mele, tagliatele a cubetti senza sbucciarle e disponetele in una terrina. Adesso aggiungete sia lo zucchero che il brandy. Dopo aver mescolato il tutto, lasciate insaporire il liquore con la frutta. Intanto, sempre senza sbucciarle, tagliate a fette molto sottili sia le arance che il limone e riponetele in una ciotola nella quale unire la cannella, la vaniglia e i chiodi di garofano. A questo punto versate tutto il vino nella ciotola, mescolate e fate macerare per circa un’ora.

Ora, togliete la stecca di cannella e la bacca di vaniglia per poi versare i cubetti di pesche e mele nel vino. Ricoprite la ciotola con una pellicola trasparente e riponete la sangria in frigorifero lasciandola riposare per almeno un paio d’ore, sebbene sarebbe consigliabile prepararla il giorno prima di consumarla e tenerla in frigo tutta la notte.

Subito dopo aver aggiunto la gassosa e qualche cubetto di ghiaccio, servite il cocktail fresco e in calici grandi.

Consigli:

– usare sempre frutta fresca e di stagione, evitando pesche sciroppate e agrumi trattati

– non utilizzare frutta troppo matura per evitare che questa si riduca in poltiglia nel vino

– se si desidera ottenere un gusto meno dolce, è possibile utilizzare della soda in sostituzione alla gassosa

– una variante “chiara” della sangria si ottiene utilizzando del vino bianco o dello spumante

sangria

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>