Come fare la dichiarazione dei redditi Precariato e IRPEF

Nel 2010 hai lavorato per diversi datori di lavoro? Allora entro giugno 2011 dovrai presentare la dichiarazione dei redditi. Fai come me, elenca tutti i lavori che hai svolto: per ognuno ti spetta il modello Cud. A marzo non li ricevi tutti? sollecita il datore di lavoro, telefona al suo commercialista, è tuo diritto! Non dimenticarti anche dei Cud di disoccupazione, cassa integrazione straordinaria, pensione.
Sii pessimista: più Cud significano IRPEF da pagare. Perciò conserva ogni scontrino della farmacia, abbonamento autobus, certificato assicurativo dell’auto, lettera di detrazioni del 36% dell’amministratore, ogni pezza giustificativa capace di creare un tuo credito nei confronti dello Stato. Al riguardo sappi che tutti gli anni i Centri di Assistenza Fiscale delle Associazioni Sindacali (CAF o CAAF) preparano opuscoli informativi con le novità fiscali e le spese detraibili e deducibili: ritirane una copia.
A questo punto valuta se compilare il Modello 730 o il Modello Unico. Il saldo IRPEF delle dichiarazioni è identico, cambiano le modalità di rimborso e di versamento delle imposte.
Il 730 è un vantaggio se la dichiarazione termina a credito, cioè se lo Stato rimborsa parte dell’IRPEF precedentemente versata. Succede se il reddito non supera €8.000, oppure se riesci a scalare pezze giustificative per un valore considerevole. Puoi presentare il 730 se a giugno e luglio ricevi stipendio o pensione, ma anche se sei legalmente sposato e fai un “Modello Congiunto” con il patner che ha stipendio o pensione nei mesi di giugno e luglio. Considera la dichiarazione congiunta anche se ritieni di essere a debito, mentre il coniuge è certamente a credito. Il suo credito diminuirà il tuo debito ed è un bene perchè per ogni debito lo Stato pretende il saldo più l’acconto per l’anno successivo.
Il Modello 730 può essere compilato in assistenza presso un CAAF o un Commercialista. Il servizio ha costi differenti: il costo medio di un CAAF è di €80, da un Commercialista è quasi impossibile scendere sotto i 100€. Inoltre i CAAF presentano sconti per gli iscritti alle categorie sindacali e per i loro coniugi e sono specializzati nel trattare le situazioni di lavoro dipendente. Se non è la prima volta che ti trovi a compilare una dichiarazione dei redditi valuta anche l’ipotesi dei Modelli Autocompilati. La consegna ai CAAF non costa nulla, scrivi i dati personali, della tua famiglia e dei beni immobili (li puoi copiare da una vecchia dichiarazione) mentre il CAAF ha l’obbligo di controllare il corretto inserimento degli altri dati.
Un ultimo consiglio riguardo ai CAAF prendi appuntamento insieme al coniuge, se uno dei due è a debito chiedete la valutazione della dichiarazione congiunta. Se il debito rimane comunque elevato ricorda che non solo non sei obbligato a presentare il 730 ma che puoi ritirare gratuitamente tutti i tuoi documenti per compilare il Modello Unico dove meglio credi. Infatti un Modello Unico consegnato personalmente all’Agenzia delle Entrate ha costo zero.

fare-la-dichiarazione-dei-redditi-precariato-irpef

1 comment

Leave Comment
  1. Salve, ho 4 cud per il 2012 sono disperato , sono un lavoratore precario che ha voglia di lavorare e quindi ogni volta mi sono dimesso per prendere il contratto d i lavoro più lungo pur di lavorare . Possibile che un precario con 4 cud debba pagare una tombola di tasse ? L’italia è un paese non gestito se non gestito male di proposito per colpa della non politica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>