Come fare il nodo alla cravatta

Ammettiamolo! Molti di noi non sanno fare il nodo alla propria cravatta. Questo articolo è dedicato a chi ancora dovesse trovarsi con questa importante lacuna vestiaria e a chi cerca nuovi nodi, sia più semplici che sofisticati, da imparare e sperimentare. Iniziamo col dire che la cravatta è il massimo simbolo di eleganza per quanto riguarda il vestire di un uomo e che le sue origini risalgono al diciottesimo secolo, quando re Luigi XIV, il famoso re sole, si avvaleva dei servigi dei crociati croati che erano soliti indossare un fazzoletto al collo chiamato Kravatska. Col passare del tempo dunque questo fazzoletto assunse una connotazione sempre più elegante nell’essere indossato anche dagli uomini comuni. Innanzitutto a prescindere dai vari nodi e dai tipi di cravatta, la prima cosa che dovete sapere è che per indossare una cravatta è necessario abbottonare perfettamente tutti i bottoni della camicia, specialmente quelli del colletto, di fatti prima di procedere con qualsivoglia nodo dovrete tirar su il vostro colletto, che piegherete verso il basso una volta finito il nodo. Un’altra cosa fondamentale riguarda la lunghezza della cravatta da scegliere, solitamente le lunghezze per questo tipo di indumento vanno dai 150 ai 165 centimetri, dunque più siete alti e più dovrete usare una cravatta lunga. Veniamo ora al nocciolo della questione e dunque ai nodi. Si dice che esistano più di 80 diversi nodi alle cravatte, ma i principali sono 4: il nodo doppio, il nodo semplice, il nodo piccolo ed il nodo Windsor (chiamato così perché brevettato dal nobile duce di Windsor). Affinché la vostra comprensione nella realizzazione dei vari nodi sia massima, chiameremo gamba la parte più spessa della cravatta e gambetta quella sottile. Per effettuare un nodo doppio vi basterà seguire questi quattro semplici passi: 1)passate la gamba attorno alla gambetta, 2)ripetete il procedimento precedente, 3)portate la gamba in alto e fatela scivolare nel punto di congiunzione dei nodi precedenti, 4)portate il nodo così ottenuto perfettamente al centro del collo. Per effettuare un nodo semplice seguite questi quattro passi: 1)incrociate la gamba alla gambetta, 2)da questa posizione fate effettuare alla gamba un giro di 360 gradi, 3)portate la gamba in alto e come per il nodo precedente fatela scivolare in basso tramite l’intersezione creatasi con i movimenti precedenti, 4)stringete il nodo tenendo ferma la gambetta e tirando la gamba. Per un perfetto nodo piccolo dovrete: 1)portate la gamba prima sopra e poi sotto la gambetta, 2)passate la gamba prima al di sotto e poi al di sopra del nodo creato come nei precedenti metodi, 3)col pollice e indice tirate verso l’alto il nodo così ottenuto per sistemarlo. Per un nodo Windsor occorre: 1)incrociare la gamba alla gambetta e fare un primo nodo, 2)passate la gamba sopra la gambetta, 3)procedere come nei punti precedenti 2 e 3. Se preferite vedere piuttosto che leggere allora vi invitiamo a guardare questo video su youtube: http://www.youtube.com/watch?v=tqzsdGHy47U. Buona cravatta a tutti.

nodo cravatta

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>