Come fare il burro in casa

In molte famiglie italiane è sempre più diffusa l’abitudine di preparare in casa alcuni degli alimenti che solitamente acquistiamo nei supermercati. Esigenza nata a seguito della brusca impennata dei costi di alcuni beni primari e proseguita anche grazie alla continua ricerca di prodotti genuini e di migliore qualità. Tra i tanti prodotti che possiamo realizzare “in proprio” c’è anche il burro, probabilmente quello che necessita della procedura più semplice e veloce.
Preparazione
L’unico ingrediente che serve è la panna da montare, da utilizzare rigorosamente ben fredda. Una volta messa in un contenitore dai bordi alti bisognerà sbatterla con una frusta manuale o con lo sbattitore elettrico. Quest’ultimo è consigliabile perché consente una minor fatica. Dopo qualche minuto la panna inizierà ad addensarsi diventando da prima grumosa e via via sempre più solida. Bisognerà proseguire nell’operazione fino a che non si creerà una palla compatta che andrà attaccandosi alle fruste. Dopo aver eliminato il liquido prodotto bisogna trasferire il burro in un colino e spremerlo per bene, in modo da eliminare il siero in eccesso. Sciacquare sotto l’acqua corrente fredda fino a che questa non scorrerà limpida. In questo modo verranno eliminate le parti di siero residuo.
Strizzare per bene al fine di eliminare la benché minima particella d’acqua. Anche per questa operazione si può utilizzare un colino o uno scolapasta.
Se non si è in possesso di uno sbattitore o di una frusta manuale esiste un metodo alternativo per preparare in casa il burro. Basta utilizzare un barattolo capiente all’interno del quale versare la panna fredda e, una volta chiuso, agitarlo con forza. Continuare fino a quando non si verrà a formare la palla compatta. A questo punto aprire ed eliminare il liquido prodotto, da sostituire con la stessa quantità di acqua fredda. Riprendere ad agitare il barattolo, questa volta con meno forza. Sostituire l’acqua e ripetere l’operazione fino a che risulterà del tutto limpida. In questo modo il siero contenuto nella panna verrà eliminato. Ora non resta che strizzare la palla di burro per eliminare i residui d’acqua.
Conservazione
Il burro così prodotto è del tutto naturale ed essendo sprovvisto di conservanti è facilmente deperibile. Va quindi conservato in frigo in un barattolo ben chiuso, possibilmente in un contenitore di vetro provvisto di chiusura ermetica. Si consiglia di consumarlo entro pochi giorni.
Se conservato in freezer può durare al massimo una settimana.
Varianti
Fare in casa il burro non è solo ricerca della genuinità e del risparmio. Quella che trovo interessante e sfiziosa è la possibilità di aromatizzarlo, creando un prodotto non sempre facilmente reperibile in commercio. Le varianti per arricchire ed aromatizzare il nostro burro sono molteplici, basti pensare alle tante opzioni con erbe aromatiche come salvia, rosmarino o lauro o al burro salato ottimo per condire patate al forno o alla brace
Prezzo
Un altro aspetto interessante del fai da te in campo alimentare è quello dei costi, in questo caso sicuramente bassi visto che il prezzo medio della panna da montare si aggira poco sopra l’euro. Da non sottovalutare soprattutto se si decide di realizzare le versioni aromatizzate, ben più costose se acquistate in esercizi commerciali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>