come fare il bucato in lavatrice

Lavare i panni in lavatrice può sembrare un compito arduo, specie per chi è un single e vive da solo. In realtà basta seguire pochi e semplici consigli per ottenere un bucato perfetto.
la prima cosa da fare è munirsi di un cestone per la biancheria sporca in cui poter raccogliere i panni da lavare. Ogni uno o due giorni il cestone andrà svuotato e i panni dovranno essere divisi per colore e tipo di tessuto. La biancheria intima di cotone bianco, le lenzuola bianche, le federe dei cuscini, gli strofinacci e le tovaglie di cotone richiedono un lavaggio energico. Caricate la lavatrice non oltre i tre quarti del cestello e selezionate il lavaggio più lungo, di solito contraddistinto dalla lettera B. Se selezionate il programma A verrà effettuato anche un prelavaggio, particolarmente indicato se i capi sono piuttosto sporchi. La temperatura consigliata è di 60 gradi. Utilizzate un detersivo in polvere per lavaggi in lavatrice, se avete deciso di fare anche il prelavaggio riempite di detersivo anche la vaschetta più piccola. Candeggiate i panni solo se sono completamente bianchi e non hanno, ad esempio, piccoli loghi colorati o stampe. Ricordate che il cloro danneggia i capi e li rende più soggetti a strappi, per cui non esagerate mai con il candeggio, piuttosto aumentate la temperatura.
I capi colorati come asciugamani colorati, lenzuola colorate, tovaglie stampate, capi di abbigliamento in cotone colorato, non devono mai essere candeggiati. Potete utilizzare un lavaggio più breve di quello indicato per i capi bianchi e la temperatura non deve superare i 40 gradi. Utilizzate il consueto detersivo in polvere oppure un detersivo liquido specifico per capi colorati.
I capi scuri, fra cui jeans, pantaloni neri o blu, calze blu, maglie di cotone o in fibra sintetica scure e tutti i capi scuri in generale, vanno lavati rigorosamente a freddo. In questo caso è sconsigliato il detersivo in polvere perchè potrebbe lasciare sui capi aloni bianchi. Meglio optare per un detersivo liquido adatto ai capi scuri.
Discorso a parte meritano i capi delicati in seta o lana o sintetico. Alcune lavatrici possiedono programmi che simulano il lavaggio a mano in quanto non smuovono eccessivamente il capo ed effettuano una centrifuga delicata. Solo in questo caso potrete lavare i capi delicati in lavatrici, altrimenti vi toccherà lavarli a mano. Anche in questo caso dividete i capi per colore e tessuto. La seta richiede il lavaggio più delicato in assoluto, meglio non mescolarla ad altri tessuti. Tutti i capi delicati vanno lavati a freddo e con prodotti specifici per capi delicati. Utilizzate detersivi anti infeltrimento e anti pallini per i capi di lana. Effettuate una centrifuga delicatissima, nel dubbio sarebbe meglio evitarla del tutto.
In tutti i tipi di lavaggio e per tutti i tipi di tessuto può essere aggiunto dell’ammorbidente a fine lavaggio.

buca

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>