Come fare fiori di organza

Oltre che con la classica carta crespa, mi è capitato di realizzare dei fiori anche usando organza. Prima di illustrare la tecnica di preparazione che ho seguito ci tengo a fare una premessa: usando questo tipo di materiale i fiori che vengono realizzati sono molto eleganti, non eccessivamente grandi e non adatti per addobbi su ampi spazi come invece potrebbe essere per i fiori di carta crespa. Io ho realizzato con l’organza fiori per dei mazzetti decorativi non molto grandi, da confezionare anche su vasetti di vetro per un regalo e devo dire che il risultato non è stato affatto male. Io ho usato una tecnica piuttosto semplice ma delicata, che richiede un minimo di attenzione e per realizzare la quale si possono usare sia pezzi di stoffa d’organza – anche dei ritagli di diversi colori possono andare bene – che dei nastri d’organza che possono essere acquistati in diverse altezze e diversi colori. Non deve mancare organza verde visto che una volta realizzato il fiore non può mancare qualche fogliolina. Il procedimento è semplice e, oltre all’organza, ci si deve procurare ago e filo oltre ad una piccola candela.
Dalla stoffa o dai nastri d’organza vanno ricavati i petali del fiore: usando questa tecnica ho sempre realizzato dei fiorellini piuttosto piccoli, anche da usare per decorare magliette o accessori vari. Una volta decisa la dimensione del fiore da realizzare e ricavati i petali, le estremità di questi ultimi vanno passate in fretta sulla fiamma della candela in modo che la stoffa si arricci un po’. Senza esagerare, mi raccomando, deve essere un’operazione effettuata con delicatezza e senza troppa calma altrimenti brucia troppo e l’effetto non è il massimo. Una volta che i nostri petali si sono arricciati, vanno cucini l’uno accanto all’altro se si sono ritagliati petali singoli o l’uno su l’altro se si è fatta la forma di una corolla. Meglio se i petali non fossero tutti identici come dimensioni in modo da avere un bell’effetto ottico. Cuciti i petali si procede allo stesso modo per le foglie, sempre passando le estremità sulla candelina per poi fissarle alla base del fiori. Io ho avuto occasione di impreziosire i fiorellini con delle perline e complessivamente l’operazione offre un risultato molto grazioso con una spesa ridotta. Qualche euro per più pezzi, non di più. Se, poi, si ricicla della stoffa magari avanzata da qualche lavoro di sartoria o dei nastri che chiudevano i pacchi di Natale, allora la spesa si abbatte. Fiori di questo tipo possono essere usati per fare dei piccoli mazzetti decorativi, come singole decorazioni o fissati sul fil di ferro e poi su dei vasetti di vetro. A seconda della propria fantasia.
L’effetto finale è comunque molto delicato ed io li ho usati anche per realizzare dei fermagli per i capelli per la mia bimba, abbinati ad un vestitino che avevo decorato con lo stesso tipo di fiori e ad una borsettina realizzata all’uncinetto sempre decorata con lo stesso tipo di fiori: molto graziosa.
Bisogna avere un minimo di manualità per realizzare fiori di questo tipo. Provate!

fiori organza

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>