Come fare costumi di carnevale originali

Carnevale è una festa molto sentita dai bambini ma non solo. Il bello è travestirsi! Si può scegliere, per un giorno, di essere quello che si vuole. C’è chi sceglie un costume tradizionale e quindi si cala nei panni di Pulcinella, Arlecchino, Colombina ecc… Oppure chi vuole farsi beffa di qualche politico o di qualche personaggio famoso. L’importante è colpire. Per essere davvero originali ci si può confezionare il proprio costume con i materiali più disparati. Chi ha dimestichezza con ago e filo può davvero realizzare qualcosa di bello ed elaborato riciclando vecchi abiti e stracci con una modica spesa divertendosi. Ma chi come me è una frana in campo sartoriale può scegliere di usare altri materiali. Si può creare una gonna “cristallina” con le bottiglie di plastica; mantelli resistenti all’acqua con i sacchi della spazzatura. Anzi con quelli viola della raccolta differenziata si può creare l’elegante abbigliamento di una dama dell’800. Il mio materiale preferito però è la carta crespata. Inizio con il costruire una rigida gonna di cartone. All’altezza del girovita creo dei fori dove farò passare un nastro che sorreggerà la gonna una volta indossata. Poi creo balze di carta (ripiegata su se stessa per ottenere un maggiore volume) e le applico sulla gonna con scotch biadesivo e punti metallici. Si possono utilizzare diversi colori (argento, oro e colori metallici compresi) a seconda di quello che si vuole rappresentare. Io ho creato con questa tecnica costumi da spagnola, brasiliana, dama, strega e altri personaggi colorati di mia fantasia (ho impersonato l’arcobaleno, il futuro, un ananas, un fiore ecc..). Per rendere il vestito ancora più ricco si può prendere un cappello da strega di cartone, ampliarne le falde con un cartoncino e ricoprirlo con la carta dello stesso colore del vestito. E poi creare eleganti mantelline in tinta oppure collari di cartone con carta crespata dello stesso colore. Vi garantisco che il risultato è davvero spettacolare! Consiglio d’indossare sotto il travestimento una tuta nera o bianca a proprio piacimento. Ciò metterà maggiormente in risalto i colori del costume. I vantaggi del travestimento di carta sono molteplici. In primis il basso costo (un rotolo di carta costa circa un euro e mezz) e poi l’originalità dell’opera compiuta. E che dire del divertimento mentre lo si elabora e lo costruisce? Purtroppo però vi sono anche degli evidenti svantaggi. Un abito di carta non è comodissimo da indossare. Lo si può utilizzare in una sfilata a condizione però che non piova altrimenti addio vestito oppure in una festa in ambiente chiuso.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>