Come fare i capelli rasta?

Per tutti gli amanti della cultura giamaicana ed in particolare dei famosi dread locks rastafariani, ecco a voi una breve sommario con le relative istruzioni per realizzare i difficili e complicati capelli tanto in voga tra i giovani.

Il primo passo del lungo e tortuoso cammino consiste nel dividere i capelli in ciocche a base quadrata, che permettono di favorire la crescita della capigliatura senza creare ulteriori problemi. Le ciocche create vanno cotonate strofinandole verso la base e aprendole.

Dopo aver cotonato la ciocca prendete l’uncinetto misura 0.2 e cominciate ad inserire nel dread tutti capelli che tendono a fuoriuscire.

Per fare seccare i rasta basterà aggiungere cera o prodotti similari quali olii di ogni tipo.

A questo punto i dreadlocks sono pronti, ma non siamo che a metà del lavoro: inizia ora la difficile fase della cura di questi strani ed originali capelli.

Dopo almeno una settimana per lasciarli il tempo di stabilizzarsi, i dread per essere preservati e rimanere tali, devono essere lavati con uno shampoo privo di schiuma o addirittura il sapone di Marsiglia al fine di evitare che i capelli vengano districati.

Ogni giorno, il neo dreadboy o la nuova dreadgirl, dovrà spazzolare ed arrotolare i nuovi capelli per evitare spiacevoli situazioni possibilmente da evitare.

Il dread lock può essere tagliato totalmente oppure rasato alla base, permettendo così di lasciare qualche centimetro di base sciolta che può verificarsi nel caso in cui non si operi alla base con l’uncinetto.

 

rasta

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>