Come fare i capelli mossi

Stanche di avere capelli dritti come spaghetti che sembrino incollati alla faccia?
Una via di mezzo che sembra mettere d’accordo tutte coloro che hanno una lunghezza medio-lunga è quella di fare i capelli mossi, con delle onde più o meno accentuate che incorniciano l’ovale del viso e lo rendono meno spigoloso e più dolce.

Andare spesso dalla parrucchiera richiederebbe un notevole esborso di soldi, quindi occorre trovare il modo di cavarsela da sole e crearsi la propria acconciatura.

Mano al phon e provate a seguire questi semplici consigli…

Se non volete utilizzare piastra o ferro, per evitare di rovinare la vostra chioma, potete affidarvi al semplice diffusore che spesso viene dato in dotazione con i phon.
Con i capelli bagnati dopo lo shampoo iniziate a spazzolarli delicatamente, frizionateli con una salvietta di spugna facendo attenzione a non strizzarli.
Utilizzate un prodotto specifico, meglio magari se consigliato dalla vostra parrucchiera di fiducia, che viene definito “attivatore di ricci” che vi aiuterà a conferire alla vostra capigliatura un mosso naturale, non crespo. Meglio queste creme e non la classica spuma che tende ad indurire il capello.

Strofinate il prodotto sul palmo delle vostre mani ed applicatelo alle punte, spingendo le stesse verso l’alto. State attente di stendere la crema su tutte le lunghezze, non tralasciando alcuna ciocca.
Ora prendete il vostro phon, applicate il diffusore, accendetelo al massimo calore ma a minima velocità. Velocità bassa significa metterci un po’ più tempo ma ottenere un risultato uniforme.Infilando la parte destra dei vostri capelli bagnati all’interno del diffusore ed appoggiando lo stesso alla vostra testa. Ripetete l’operazione fino a che la chioma non sarà asciutta. Maneggiate piano i vostri capelli, evitate di toccarli troppo con le mani per fare in modo che i boccoli restino intatti.

A testa asciutta, frizionate con un olio a base di cristalli liquidi.

Se invece non vi spaventa utilizzare il ferro, ad attrezzo caldo prendete una ciocca di capelli ed iniziate ad arrotolarla intorno al ferro. Lasciate in posa per qualche secondo e poi toglietela. Ripetete l’operazione su tutta la capigliatura.
Attenzione a non scottarvi e a non tralasciare alcuna parte.

Per una pettinatura decisamente più vintage, che ne dite di provare con i cari e vecchi bigodini della mamma o della nonna? Un tempo le messe in piega si facevano proprio così.
Si arricciava ogni ciocca intorno ad un bigodino, la si fermava con il classico becco d’oca e si applicava una retina a lavoro terminato.
Potendo ci si metteva sedute sotto il casco, ma è ormai caduto in disuso quindi potete avvalervi del semplice phon.

L’importante è che i capelli siano sempre ben asciutti prima di togliere i bigodini.
A seconda della grandezza del bigodino i ricci saranno più o meno grossi.

Non vi resta che fissare la vostra nuova acconciatura con un spray che non vi appiccichi i capelli e che lasci intatta la loro morbidezza ed il volume naturale che avrete ottenuto.

cape

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>