Come fare un burattino in casa

Quella di assistere ad uno spettacolo di burattini, è un’idea simpatica e “antica”. Molto lontana dalla cultura dei pupi siciliani, la nostra epoca a volt dimentica quanto si possano divertire i bambini con i giochi più semplici, da eseguire in casa con materiali poveri o di recupero. Con un po’ di tempo e molta fantasia possiamo costruire dei burattini, con tanto di teatrino, e improvvisare una storia da raccontare. Procuriamoci i seguenti attrezzi: del cartoncino bristol colorato, sottile e più doppio, dei pennarelli a punta fine e doppia di colore diverso, un taglierino, delle forbicine, uno stick di colla per la carta e per il tessuto, e tanti tessuti di colore diverso. Infine, se ne avete in casa, procuratevi due gomitoli di laniccia, di colore nero e marrone oppure rossiccio. Procuratevi infine dei piccoli ribattini, tipo quelli che si usano per le cinture, o in alternativa dei bottoncini a pressione. Ancora, del filo di nylon trasparente, tipo crine, ed un ago.
Per costruire un burattino, partite dal corpo. Su un cartoncino colorato, disegnate il busto; separatamente disegnate le spalle con le braccia; poi ancora le mani. Infine, passate alle gambe, e poi ai piedi. La cosa più difficile, che lascerete per ultima, è la testa. Fate lo stesso, ma stavolta per un soggetto femminile. Cercate di disegnare i vari pezzi in modo tale che, tagliandoli e abbinandoli gli uni alti altri, siano in proporzione. Congiungete i pezzi con i ribattini. Otterrete così un burattino che si può muovere. L’essenza del burattino è proprio questa: dietro il teatrino c’è un regista che tiene con le dita, i fili. Questi vanno applicati a mani e piedi e dietro il corpo, facendoli passare con un ago, ma questo dovrete farlo alla fine, dopo che il burattino avrà tutti i pezzi del corpo congiunti e sarà completamente vestito.
Passate adesso alla seconda fase, che è quella dei tessuti. Una volta congiunti i vari pezzi, poneteli sulla stoffa e ritagliatela seguendone i contorni, lasciando solo un centimetro in più in corrispondenza dei lati esterni dei pantaloni, del maglione (quindi delle gambe, del busto e delle braccia) e ritagliate anche le scarpe. Fatelo con molta fantasia. Se il burattino è un marinaio, la maglia sarà bianca e i pantaloni di jeans dovranno essere alla zuava, cioè ripiegati. Se è una donna, fatele una gonna e una camicetta con le maniche a sbuffo. Occorre davvero poca stoffa, ma di tanti colori diversi. Il tutto va ovviamente incollato sul cartone, a coprire anche i ribattini, ma in modo tale che il corpo si possa muovere.
Infine, passate alla parte più difficile ma importante: la testa. Tutto si concentra sul viso del burattino, quindi disegnate la sua testa tenendo conto della sua personalità. Occhi scuri o chiari saranno al centro di un volto incorniciato dai capelli che creerete con i fili di lana colorata, magari con le trecce per il soggetto femminile. Per la barba o i peli sulle braccia del marinaio, usate lo stesso materiale.
Cucite ora il crine sulle parti mobili del corpo, e lasciate il filo abbastanza lungo da poterlo muovere dall’alto, dietro la struttura del teatrino che creerete con del cartone più doppio.

burattino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>