Come evitare il surriscaldamento del portatile in estate

In estate è facile che si tenda ad usare il portatile comodamente sdraiati, come gli antichi romani, su un divano o su una sdraio. E perché no? Sul letto!
Il problema, però, nel quale possiamo incappare è quello del surriscaldamento del notebook, causa la posizione nel quale viene disposto il sistema in questione.
In questa guida vedremo come risolvere questo problema…”stagionale”.

 

Istruzioni

  1. Una prima prassi da seguire consiste nel liberare le ventole e le prese d'aria da eventuali formazioni di polvere: una buona spruzzata d'aria compressa aiuta sempre molto.

  2. Smontiamo la cover posteriore e, se capaci, sostituiamo la pasta termica sul dissipatore con una di quelle che vengono solitamente usate nei sistemi videoludici.

  3. A questo punto disponiamo il portatile su un piano rialzato dalla base piuttosto ampia, in modo da poter ospitare anche un mouse esterno: nel nostro caso è consigliabile usare un pad senza ventole aggiuntive, in modo da non occupare una porta usb per l'alimentazione delle medesime. Oltretutto le cooling pad dotate di ventole tendono anche a fare un eccessivo ricorso all'alimentazione del notebook.

  4. Nel caso, tuttavia, che si avessero porte usb in abbondanza ed una buona batteria, almeno occasionalmente, si può usare una ventola esterna supplementare (es. Big Bargain Mini Vacuum blu LED USB Air): sono un po' difficili da posizionare ma l'abbassamento di temperature riscontrato è sensibile ed effettivo.

surriscaldamento portatile

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>