Come evitare il surriscaldamento del PC

Nella nostra nuova quotidianità tecnologica , praticamente in ogni abitazione c’è un computer acceso per la maggior parte del giorno: questo in parte perchè sono moltissime le ore che ognuno di noi passa davanti a programmi di ogni tipo per le ragioni più disparate , dalle cause di lavoro al mero passatempo girovagando nel web, ed in parte perchè ci sono moltissimi programmi che fanno sì che il computer debba rimanere acceso , praticamente d’obbligo.
Basti pensare alle installazioni di programmi molto corposi , che richiedono del tempo , oppure al download di files che richiedono talvolta ore intere , ore nelle quali il pc rimane naturalmente sempre attivo.
Se a questo si aggiungono i momenti di pigrizia, nei quali ci si alza dal pc ma nonostante questo non lo si spegne, o perchè si pensa di ritornarvi di lì a poco o semplicemente perchè tanto “anche se resta acceso…”: tutti questi fattori fanno sì che il nostro pc , in realtà , rischi davvero tanto, proprio perchè , contrariamente a quanto si pensa , il computer lasciato acceso troppo a lungo si surriscalda e finisce per subire danni , in modo particolare se questo tipo di atteggiamento è reiterato nel tempo.
Questo rischio , inoltre , aumenta esponenzialmente se si parla di pc portatili: in questo caso infatti è ancora più frequente che il rischio di surriscaldamento si tramuti in realtà ed in potenziale danno.
Per evitare ogni rischio le accortezze da prendere non sono moltissime, ma sicuramente evitano di correre rischi: innanzitutto , bisogna sempre essere sicuri che non ci sia nessun tipo di ostruzione al passaggio d’aria necessario alle ventole per funzionare appieno. E’ bene quindi che il computer sia montato in modo corretto e che sia posizionato in modo da prendere aria il più possibile , senza che il retro del case oppure del portatile siano attaccati al muro oppure ad altri oggetti, o semplicemente a carta.
L’aria infatti permette al computer di mantenere una temperatura buona.
Inoltre, mai mettere il computer acceso in una borsa chiusa oppure vicino a fonti di calore: meglio evitare , ad esempio , di tenerlo acceso in cucina, magari vicino ai fornelli ,dove la temperatura sale moltissimo ed il rischio di surriscaldamento diventa immediatamente una dannosa realtà.
Allo stesso modo , cercare di evitare che il computer si trovi su superfici estremamente morbide e duttili , come le stoffe , ad esempio , oppure il letto , dove spesso in realtà si tende ad usarlo: le stoffe, infatti, evitano il passaggio d’aria e favoriscono il surriscaldamento.
Favorire invece superfici lisce e dure , meglio ancora se montando al pc dei supporti atti ad aumentare il passaggio d’aria sollevando la base del computer dalla superficie sulla quale è poggiato , evitando in questo modo che la temperatura interna del pc salga troppo. Infine, ultima regola, ma la migliore, spegnerlo spesso per permettere anche al nostro pc di respirare.

computer

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>