Come essere un buon amico

L’ amicizia è un dono e come tale ha bisogno di essere curato ed alimentato. L’ amicizia è come un pianta che ha bisogno di attenzioni e cure altrimenti deperisce. Essere un buon amico è tutt’ altro che semplice ed avere tantissimi amici di solito non indica un essere un buon amico, di sicuro si deve discernere tra gli amici e le conoscenze, di solito i buoni amici sono pochi e sono coloro a cui dedichiamo più tempo in modo costante nel tempo e che a loro volta ci dedicano più tempo senza però pretendere di avere esclusività nei rapporti.
Una cosa essenziale per essere un buon amico è dire sempre la verità, dire sempre ciò che si pensa senza sentire l’ obbligo di assecondare l’ amico per evitare di offenderlo o di perderlo se anche si dice una cosa realmente pensata che può comunque ferire, il vero amico resta, magari per un po’ tiene il muso, ma con il tempo si rende conto che la cosa era stata detta a fin di bene e perdona.
Essere un buon amico non significa sentirsi o vedersi per forza tutti i giorni o passare il tempo a divertirsi ci si può divertire anche con i conoscenti, essere dei buoni amici significa esserci nei momenti importanti che siano felici o infelici, ma esserci, a volte infatti, capita che con i ritmi del lavoro, della famiglia possa diventare difficile riuscire a sentire gli amici tutti i giorni oppure uscire tutte le sere o i fine settimana, la vita cambia e non sempre lo stile resta quello dell’ adolescenza o della giovinezza, ma se nonostante questo i rapporti restano e si continua a confidarsi con qualcuno evidentemente l’ amicizia è solida. Amicizia significa anche lasciare che l’ amico possa costruirsi una sua vita che porterà a cambiare i tempi e i luoghi dell’ amicizia, ma non per questo cambia il sentimento che lega due amici.
Un errore che un buon amico non deve mai commettere è parlare alle spalle, ovvero criticare con altre persone il comportamento dell’ amico, meglio difendere l’ amico all’ esterno, in pubblico, anche se sta sbagliando, ma dire sempre in faccia all’ amico ciò che si pensa, in questo modo l’ amicizia potrà restare salda, perché se si ritiene che l’ amico stia sbagliano l’ unico modo per aiutarlo è dire chiaramente in faccia le cose, se, invece, si parla alle spalle gli altri sapranno che sta sbagliando ma lui continuerà nel suo errore.
Per essere un bun amico ci si deve anche sentire liberi e lasciare l’ amico libero, nel senso che se l’ amicizia resta appesa a qualche forma di presunzione, in un certo senso ci si sente costretti e quindi non si è più buoni amici.
Un segno per capire se si è buoni amici è provare un sentimento di gioia quando all’ amico succede qualcosa di positivo o riesce a raggiungere traguardi a cui sapete che tiene particolarmente, è un errore pensare che un amico abbia bisogno di voi solo quando è in un momento triste, anzi a volte ha più bisogno quando è in un momento felice perchè sapere che siete in grado di gioire della sua felicità gli farà capire che siete davvero legati sentimentalmente a lui.

amicizia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>