Come eliminare gli sprechi energetici del computer

I computer stanno diventando sempre più veloci ed efficienti con l’avanzare della tecnologia. Il rovescio della medaglia è che molte volte questo aumento di prestazioni si paga con un maggior consumo energetico. Esistono comunque piccoli accorgimenti che si possono prendere per risparmiare energia quando si utilizzano i computer e altri dispositivi ad essi connessi. La maggior parte dei computer, sia esso un modello desktop oppure portatile, o ancora un tablet PC, danno la possibilità ai loro utenti di modificare le impostazioni di alimentazione con dei semplici clic del mouse. In genere le impostazioni di alimentazione possono essere visualizzate nel pannello di controllo o facendo clic destro sull’icona di alimentazione nella barra degli strumenti. Solitamente la migliore impostazione di risparmio energetico è l’opzione prevista dalla casa costruttrice per il consumo minimo. Tuttavia, poiché l’impostazione di risparmio energetico massimo di solito minimizza l’uso di energia in tutti i computer, gli utenti tendono a trovare tale impostazione di risparmio energetico troppo limitante nell’uso quotidiano del computer poiché rallenta troppo le prestazioni. Se nelle opzioni di risparmio energetico l’impostazione massima riduce troppo le prestazioni del computer, provare con una impostazione più equilibrata al fine di bilanciare le prestazioni del computer e risparmio energetico. In qualunque caso la chiave principale del risparmio energetico è quello di assicurarsi che il computer non svolga funzioni che non sono necessarie. Impostare lo spegnimento automatico dello schermo quando si è lontani per alcuni minuti farà risparmiare tantissima energia, così come impostare il computer per entrare in modalità standby dopo cinque o dieci minuti di inattività. Altre condizioni sono disabilitare manualmente la connessione Wi-Fi quando non in uso oppure diminuire la luminosità dello schermo quando le condizioni di luce lo consentano.
Le periferiche per computer comprendono attrezzature quali stampanti, altoparlanti, scanner, proiettori, o qualsiasi altra apparecchiatura che si collega a un computer. Tali periferiche possono essere utili, ma possono anche usare una buona quantità di energia supplementare. Uno dei maggiori colpevoli in questa categoria sono gli altoparlanti esterni. Nel caso si debbano assolutamente comprare degli altoparlanti esterni per il computer, cercare altoparlanti che non utilizzino più di 10 watt di potenza e integrino una modalità di risparmio energetico. Deve naturalmente essere presente un interruttore di accensione/spegnimento sui diffusori ed occorre accertarsi di spegnerli quando non sono necessari. Quando si acquistano le periferiche per computer, cercare i prodotti con esposta una stella verde che ci indica una certificazione di basso consumo energetico. Tali periferiche consumano fino al 50% in meno rispetto ai modelli senza certificazione. Un computer desktop con monitor utilizza in media 170 watt, mentre i portatili utilizzano in media 50 watt. I nuovi Tablet PC e gli smartphone tendono a utilizzare ancora meno energia. In fase di acquisto quindi dare la precedenza di scelta ad un computer portatile o un tablet, piuttosto che un PC desktop, ed accertarsi che abbia la certificazione energetica con la stella verde.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>