Come eliminare gli acari della polvere

Gli acari della polvere costituiscono un grave problema per la nostra salute, se si pensa che sono aumentati coloro che soffrono di malattie causate però dagli escrementi di questi parassiti che, non vediamo, non sentiamo ma – ahimè – sono milioni. Infatti sono proprio gli escrementi degli acari, ma anche le uova e le sostanze che vengono emesse dalle loro ghiandole che, liberatisi nell’aria determinano nell’uomo il sorgere di riniti e dermatiti e, una volta inalati, di asma ed allergie.
Pertanto è necessario prendere delle precauzioni per eliminarli del tutto o quanto meno evitare il loro proliferarsi. Si sa infatti che vivono nella polvere e prediligono i divani, i tappeti, i mobili imbottiti e soprattutto i nostri letti perché si nutrono di squame di pelle secca che si staccano dal nostro corpo. Poi la temperatura corporea nonché il sudore, che danno luogo ad umidità, creano le condizioni ideali per la loro crescita.
Quindi per diminuire la concentrazione di questi animaletti microscopici dagli ambienti bisognerà fare un’accurata pulizia della casa e seguire delle norme comportamentali.
Innanzitutto è necessario arieggiare con frequenza gli ambienti in modo tale che anche l’umidità presente in essi si mantenga ai bassi livelli e nel contempo occorre togliere la polvere dai mobili, dagli oggetti e dai pavimenti. Per fare ciò sarebbe opportuno utilizzare un panno umido e un aspirapolvere con microfiltri, così facendo si eviterà la loro successiva dispersione. Se in casa tenete tappeti e moquette occorrerà toglierli del tutto, oppure si provvederà a pulirli con il bicarbonato, come vedremo più avanti. E bisognerà anche eliminare determinati oggetti che per natura sono predisposti a “raccogliere” la polvere, come ad esempio i peluche.
Per quanto riguarda la pulizia del letto, nel caso in cui si abbiano dei materassi e dei guanciali in lana si dovranno sostituire con quelli in gommapiuma o poliuretano. Questi inoltre dovranno essere rivestiti con apposite federe anti-acaro, reperibili facilmente nei negozi.
Appena se ne avrà l’opportunità si dovrebbero pure esporre il materasso e i cuscini all’aria aperta e al sole e bisognerà pulire la superficie del materasso soprattutto in corrispondenza delle cuciture, perché è proprio lì che si concentrano gli acari. La biancheria da letto deve essere invece lavata almeno due volte a settimana e ad alte temperature, ovvero dai 60 gradi a salire.
Si è visto pure che per contrastare lo sviluppo del parassita torna utile il bicarbonato di sodio.
Basterà quindi cospargerlo sulla moquette o sui tappeti per vederli ridurre notevolmente, e poi lo si toglierà con l’aspirapolvere. Il bicarbonato riduce pure le uova degli acari ed agisce anche se diluito nell’acqua. Infatti immergendo un tessuto impolverato e con acari in un recipiente con acqua e bicarbonato si ottiene una diminuzione della loro proliferazione, in quanto il bicarbonato si ricristallizza sul tessuto ostacolando così la formazione di nuovi acari.
In commercio troverete anche gli acaricidi e i denaturanti degli allergeni degli acari che sono utili da spruzzare sia sui tappeti che su tutti i materiali imbottiti. Ottimi sono pure i depuratori d’aria con i filtri e gli ionizzatori.

acari

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Come eliminare i peli nel naso | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>