Dove trascorrere una vacanza avventurosa in Costa Rica

La Costa Rica è parte dell’America Centrale; si estende a nord-ovest ai confini del Nicaragua e verso sud si protrae fino a Panama. La configurazione del territorio presenta due profili caratteristici: le coste sono tipicamente più sabbiose sul versante caraibico mentre più rocciose si presenta il litorale bagnato dall’Oceano Pacifico; all’interno,invece, della catena montuosa che attraversa il paese si stende una pianura di origine vulcanica dove vive gran parte della popolazione. Le condizioni meteorologiche locali sono nettamente definite: i mesi da dicembre ad aprile vedono la stagione secca mentre le piogge hanno frequenza giornaliera nel restante periodo dell’anno. I litorali hanno sempre una temperatura più elevata – dai 21° ai 30° mediamente- e frequente è la presenza di alti livelli d’umidità. E’ la terra delle biodiversità per antonomasia: sono di origine locale circa 850 specie diverse di volatili, tra cui spicca il quetzal, l’uccello sacro degli antichi Maya. Una flora lussureggiante e svariati tipi di animali (scimmie, bradipi e una miriade di farfalle) sono presenti nelle foreste, che, senz’altro costituiscono tappa fissa per i turisti più avventurosi. Ecco è proprio di spirito di avventura che intendo parlarvi: se quella che cercate è una vacanza più proiettata alla scoperta di luoghi incontaminati, sebbene questo possa comportare, talvolta, sporcarsi di fango o ricoprirsi di zanzare, allora ho alcune mete giuste da indicarvi, grazie anche alla mia esperienza in merito e alla mia conoscenza pregressa di questi luoghi. Dunque iniziamo dal parco Corcovado, segnalato dal National Geographic. Qui c’è da deliziarsi dato che la natura è al massimo del suo splendore: pensate che questo posto ospita la più grande popolazione di ara macao della Costa Rica ed anche alcune specie protette in via di estinzione, come il formichiere gigante e l’enorme aquila arpia. Un’ occasione più unica che rara per chi ama assistere di persona a spettacoli così esaltanti! Ma andiamo avanti dicendo che per chi volesse anche concedersi un rilassante bagno di sole, Montezuma è la citta perfetta, la cui accessibilità alle spiagge permette comunque di rifocillarsi con un rilassante tuffo in mare, dopo aver tanto sudato, ad esempio, esplorando la parte meridionale della Península de Nicoya. Per gli amanti del surf, quale luogo migliore di Jacò: qui le onde dell’oceano sono davvero incredibili!E che dire dei territori inesplorati di Bribrí e Kéköldi o dello snorkelling praticabile a largo di spiagge semideserte: in questa terra si assapora la “pura vida” come in nessun altro luogo della terra! Uno spettacolo da non perdere, inoltre, è il miracolo della vita che si compie periodicamente sulle spiagge scure della cittadina di Tortuguero: le testuggini depongono la proprie uova nella terra e, in religioso silenzio, è possibile osservarle in tutto il loro rituale. Infine ma non meno importanti sono la passione per le avventure sulle rapide in canoa o anche il piacere di tuffarsi nella cascata di Llanos de Cortés, la più bella della Costa Rica: sono entrambi desideri pienamente esaudibili. A questo punto non mi resta che augurarvi buon viaggio!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>