Come diventare un produttore cinematografico

Il mondo del cinema ha sempre attratto giovani e meno giovani, tutti noi aspiriamo nella vita ad ottenere successo e popolarità.

Le strade da percorrere per diventare attori o attrici sono ben note, occorre prima di tutto aver studiato recitazione e avere doti naturali oltre a una bella presenza.
Per fare il regista bisogna seguire corsi di specializzazione e fare un po’ di gavetta.
Chi invece vuole diventare famoso e guadagnare tanti soldi senza apparire in prima persona o senza mettersi direttamente dietro una cinepresa può ambire a diventare produttore cinematografico.

Questa figura è molto particolare, non esistono scuole, dove si possa imparare, infatti, per fare il produttore di un film occorre finanziare un progetto.

Percorrere questa strada e tentare la fortuna nel mondo del cinema richiede la disponibilità di enormi risorse finanziarie.

Un ruolo che sembra essere precluso alla maggior parte delle persone, ma, di fatto, non è così, alcune case produttrici offrono la possibilità di diventare co-produttori di un film versando delle quote minime che in alcuni casi sono addirittura simboliche, bastano pochi euro per partecipare a un progetto cinematografico.

Ovviamente questa soluzione con apporto di capitali minimi non porterà a ottenere un ritorno economico perchè gli eventuali utili sarebbero reinvestiti.

Ciò non toglie che si possa produrre un film in economia, con mezzi ridotti a una semplice telecamera per girare un lungometraggio con aspiranti attori desiderosi di mettersi in mostra che non richiedono compensi.

Partendo da zero e senza capitali si può realizzare qualche prodotto leggero e poco impegnativo per iniziare a costruire un capitale.

Una produzione low-cost, con una qualità mediocre può trovare sostenitori su internet, per farsi conoscere al grande pubblico si può cominciare con una distribuzione gratuita via internet della produzione ottenuta.

Il riscontro positivo del primo lavoro potrebbe aiutarvi a trovare co-produttori e cominciare a realizzare film accettabili grazie alla costituzione di un budget in grado di finanziare nuovi film.

Se non ci sono i soldi bisogna per forza cominciare a piccoli passi, senza illudersi di intraprendere una felice carriera cinematografica.

Esperienze personali dirette in tema di produzione cinematografica non ne esistono ma ho vissuto da vicino l’avventura di un amico che ha deciso di realizzare un breve film di venti muniti che ha distribuito sui tradizionali canali web che offrono grande visibilità.

Ha ottenuto qualche positivo riscontro ma alla fine ha deciso di non intraprendere questa strada ma di rimanere nel mondo del cinema ricoprendo ruoli diversi.

Certo che fare il produttore cinematografico è una bella attività ma purtroppo non è accessibile a tutti, raramente partendo da zero si riesca a diventare qualcuno.

Vere una buona disponibilità porta molti vantaggi per il ritorno d’immagine, maggiori sono gli investimenti e più probabilità ci sono di poter emergere.

Per iniziare questa carriera serve avere le spalle ben coperte dal punto di vista finanziario e soprattutto bisogna avere il coraggio di rischiare almeno 100.000 euro senza alcuna certezza di rientro economico.

cinema

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>