Come diventare giornalista sportivo

Il giornalista sportivo è un professionista nel settore della comunicazione e dell'informazione, che si è specializzato e lavora nel settore dello sport. Prima di specializzarsi in un settore dell'informazione bisogna seguire una strada formativa ben precisa. Il punto di partenza è quello di stabilire che tipo di giornalista si vuole diventare: pubblicista o giornalista iscritto all'albo. Un pubblicista è un soggetto che ha un tesserino, acquisito dopo aver scritto un determinato numero di articoli in maniera continuata nel tempo per una testata giornalistica. Le modalità per ottenere il tesserino dipendono dalle varie regioni, in media bisogna scrivere circa 70 articoli, nell'arco di due anni. Le testate giornalistiche devono essere riconosciute dai tribunali competenti secondo le norme di legge. Un'altra strada è quella di frequentare una vera e propria scuola di giornalismo. Una scuola, spesso associata ad università italiane o straniere, che dura circa due anni e permette di legare la parte teorica a quella pratica con esercitazioni e stage presso redazioni giornalistiche di carta stampata, televisive o anche radiofoniche. Negli ultimi anni grazie anche alle continue riforme universitarie sono nati corsi di laurea brevi, che si sono incentrati sulla comunicazione e su percorsi formativi volti a costruire figure professionali nell'ambito della formazione giornalistica. Personalmente consiglio a tutti coloro che vogliono intraprendere questa strada di iniziare fin da subito a scrivere articoli anche solo per hobby o nel proprio blog on-line. E' molto importante essere allenati e pronti a scrivere articoli, perchè oggi il mondo dell'informazione sportiva oltre ad essere competitivo è molto dinamico e veloce. Bisogna poi valutare bene anche il percorso di studi da intraprendere. Una buona base teorica e di studio sono necessari e indispensabili, non basta solo il talento e le esercitazioni con testi e articoli. I costi dei percorsi possono variare anche in base alle scelte che si portano avanti. Bisogna considerare il proprio punto di partenza e qual'è l'obiettivo finale. Una scuola di giornalismo valida e riconosciuta costa per circa 2 anni anche intorno ai 10-15 mila euro. Alla fine di questo percorso si hanno tutte le competenze e le qualifiche per poter lavorare nel settore di proprio interesse. Un corso di laurea breve, ha un costo vario, dipende dalle tasse universitarie, dall'alloggio se si è fuori sede, dal tempo che si investe nello studio, in media non costa meno di 1000-1500 euro l'anno. Ci sono poi i corsi formativi post-laurea specializzati nel settore sportivo. Questi corsi hanno un costo vario, dipende dal tipo di scuola, pubblica o privata, dal tempo e dagli attestati che rilascia. In media un corso costa intorno ai 500-1000 euro. Gli svantaggi riguardano più i costi per la formazione e il tempo necessario ad acquisire le competenze necessarie per il lavoro. I vantaggi arrivano nel lungo periodo con un lavoro gratificante nel settore che si desidera, scrivendo articoli competenti e mirati sullo sport.

giornalista

1 comment

Leave Comment
  1. orazio

    il mio sogno è quello di diventare un giornalista sportivo, nello specifico un telecronista. Ma se uno ha talento e non ha soldi???????????

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>