Come diventare un erborista

Scegliere e intraprendere una professione come quella d’erborista non è semplice ma non si può neanche dire che sia talmente complicato.
Sicuramente per aprire una erboristeria personale e lavorarci come professionista bisogna avere degli studi.
Erborista si occupa di solito della vendita di prodotti a base di erbe e nel dettaglio vende radici, fiori, foglie, parti di piante, cosmesi, pomate, creme, sciroppi, pastiglie e molto altro.
Questo tipo di medicina alternativa è sempre più usata in tutta Europa anche se in alcuni paesi come per esempio i paesi orientali questa è una medicina convenzionale che usano regolarmente per curare qualsiasi tipo di disturbo o patologia.
Anche molte farmacie al giorno d’oggi si sono attrezzate con prodotti di questo tipo e anche con angoli dove di solito una erborista dispensa consigli e prodotti alle persone che ne fanno richiesta.
Questo tipo di lavoro è molto importante sotto il profilo della responsabilità poiché l’’erborista oltre ad occuparsi di dispensare consigli e prodotti prepara delle miscele e miscugli a base di erbe e questo comporta responsabilità e una certa conoscenza approfondita delle materie prime.
Tipo per esempio se deve preparare una cura specifica deve farlo con la cognizione di causa che il preparato sarà usato dal paziente.
Pertanto visto il tipo di lavoro bisogna dimostrare una certa capacità e dei titoli professionali e di studio che dimostrano che la persona ha la conoscenza adeguata.
Per intraprendere questa professione per prima cosa serve una laurea in Tecniche Erboristica e anche un grado di conoscenza che deriva magari dall’esperienza sul campo.
La laurea è un requisito fondamentale e non basta avere conoscenza o semplicemente aver fatto dei corsi sotto questo profilo.
Non è facile questo tipo di lavoro poiché bisogna avere anche una certa capacità nell’’interpretare i sintomi o disturbi tenendo conto dello stato di salute della persona che si rivolge all’erborista.
Inoltre per fare questo lavoro bisogna avere tutta una strumentazione adeguata per poter preparare qualsiasi cosa e di solito tra questi strumenti ci sono bilance, centrifughe, mortai e tanti altri strumenti che di solito possiamo trovare in un normale laboratorio erboristico.
In famiglia mia cugina ha deciso di laurearsi in Tecniche Erboristica e da circa 3 anni dopo che si è laureata ha aperto una bellissima erboristeria in un grande centro commerciale.
Prima di intraprendere questa strada ha dovuto fare anche diversi corsi di aggiornamento ma anche prestare lavoro presso una erboristeria molto accreditata e conosciuta nella città in cui vive.
Questa sua professione gli da molto lavoro e lei è orgogliosa poiché era quello che voleva fare.
Poi ha una certa capacità nell’individuare il disturbo e consigliare le giste erbe o prodotti e questa sua capacità l’ha ottenuta grazie all’esperienza che si è fatta nel campo lavorando per altri come erborista.
I costi da sostenere per aprire una attività di questo tipo sono molti e non si può quantificare in cifre.
Non ci sono svantaggi nel fare questo tipo di lavoro, l’importante è la passione che si ha per questa professione.
I vantaggi invece sono molti e oltre all’’aspetto redditizio ci sono le soddisfazioni personali nel poter aiutare altri.

erboristeria

1 comment

Leave Comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>