Come disinfestare casa dagli scarafaggi

Il problema degli scarafaggi è un problema piuttosto noto e purtroppo diffuso.Lo scarafaggio è comunemente chiamato anche blatta e non è molto difficile riconoscerlo.Prima di tutto c’e’ da dire che di norma in una casa mediamente pulita non dovrebbero esserci degli scarafaggi
Tuttavia,nonostante possa esistere una certa accuratezza nella pulizia , può capitare di trovarne qualcuno
Di norma gli scarafaggi cercano il cibo,quindi se per caso esistono degli avanzi ( briciole per esempio ) che si trovano per terra,questo sarà una preda ideale per loro.
Gli scarafaggi di norma si nascondono nei luoghi bui e comunque nascosti alla luce,perciò è facile che quando la luce è spenta loro se ne escano per appropriarsi del cibo eventuale.
La prima cosa da fare per evitare di far si che ci sia questo problema sarebbe quello di spazzare accuratamente ogni giorno il pavimento .
Mi riferisco in particolare al pavimento della cucina che è il luogo più ideale per gli scarafaggi,essendo il posto dove c’e’ il cibo.
La seconda cosa da fare sarebbe pulire subito i piatti,senza lasciarli nel lavello o nella lavastoviglie.
Se comunque si presenta il fenomeno,esistono alcuni prodotti in commercio che sono in grado di eliminare il problema.
Prima di tutto sconsiglierei gli spray ,perchè sono abbastanza tossici e secondo me non funzionano nemmeno tanto bene.Consiglierei invece delle trappole a colla che nella maggior parte dei casi funzionano.Queste trappole funzionano in questo modo.Sono trappole che contengono i cosidetti feromoni.I feromoni sono sostanze che vengono rilasciate dalle ghiandole degli stessi scarafaggi. Queste sostanze attirano gli scarafaggi stessi che vengono così ingannati , credendo di avere a che fare con un altro scarafaggio.Una volta attirati nella trappola,restano intrappolati ,poichè la trappola è collata e quindi questo rende particolarmente difficile ( impossibile ) all’insetto la sua fuga .
Il costo di queste trappole non è eccessivo , si possono trovare tranquillamente sulla rete a dei prezzi relativamente accessibili.Per esempio una decina di trappole costa circa 30 €.Prendete questo prezzo come una media,non come un dato certo. E’ consigliabile piazzare le trappole in punti strategici diversi , in modo da coprire tutta l’area interessata.
Questi tipi di trappole sono quelle che a mio avviso funzionano di più e che non presentano particolari controindicazioni.Le altre trappole di cui avevo parlato ( spray) non le trovo molto salutari.Può anche darsi che siano efficaci ma del resto sono anche sostanze chimiche che quindi non sono proprio così innocue per il nostro corpo .E’ quindi meglio rivolgersi a delle trappole meno dannose anche per il nostro organismo .

2 comments

Leave Comment
  1. Sono d’accordo sull’uso delle trappole collanti e non degli insetticidi,ma prima di intervenire è necessario sapere che tipo di blatta ha provocato l’infestazione.Ogni blatta ha le sue caratteristiche e per avere dei risultati bisogna conoscerle.Si consiglia di “spazzare accuratamente il pavimento”,questo và benissimo per un’infestazione di blatta orientalis,ma risulta insufficiente per un’infestazione da blattella germanica o da supella longipalpa,perche le loro caratteristiche si differenziano.La blatta orientalis non si arrampica,se non in superfici ruvide a differenza della blattella germanica,la longipalpa adddirittura può affettuare dei piccoli voli.Si differenziano anche per i luoghi che prediligono colonizzare,la orientalis preferisce i luoghi umidi,la blattella i luoghi caldi e la longipalpa di solito la troviamo nei mobili.Io consiglerei l’utilizzo di gel insetticidi,non sono pericolosi come gli spray.Se posizioniamo delle gocce di gel nei punti giusti(e qui subentra la conoscenza della specie infestante)le blatte vengono attratte dal gel scambiandolo per cibo,lo assimilano morendo dopo poco tempo.Un’ultimo consiglio,lasciate i cadaveri delle blatte in quanto verranno mangiate dalle rimanenti blatte continuando così l’azione abbattente(le blatte sono insetti necrofagi).

  2. Pingback: Come eliminare le blatte rosse | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>