Come dipingere una camera da letto. Pennelli e vernici alla mano

Il modo più semplice per dipingere una camera da letto abbattendo i costi e senza dover affrontare troppi problemi “tecnici” è quella di scegliere un solo colore e andare sul tranquillo. Provvedendo da soli, gli unici costi da sostenere sono quelli della vernice e dei pennelli.

Consigli per una camera da letto da sogno

Ma per dare un tocco in più ad una stanza bastano alcune semplici idee (altre meno semplici ma comunque fattibili) che dipendono molto dal buongusto di chi le sceglie e le realizza.
Se la camera da letto è di un bambino suggerisco di scegliere due diversi toni di un colore possibilmente neutro (chissà che dopo il bimbo non arrivi anche una sorellina?) magari un giallo tenue o un verdino appena accennato. Colori da scegliere in due tonalità, una leggermente più scura dell’altra.
Si può realizzare la parte inferiore delle mura nella tonalità più scura e la parte superiore con quella più chiara (parte superiore che dovrebbe essere la più estesa anche perché il colore più chiaro risulta più gradevole nelle grandi dimensioni) e tra i due colori si può applicare una banda adesiva di quelle che si trovano nei negozi fai da te con dei decori a scelta, con un fondo di un colore che si abbini a quello delle vernici usate.
Altra idea potrebbe essere quella di tinteggiare con un unico colore e realizzare dei decori con un colore abbinato, leggermente più scuro, usando degli stencil che si trovano nei negozi di fai da te o bricolage. Un motivo da ripetere in modo omogeneo e senza usare colori eccessivamente vivaci che potrebbero stonare con l’’armonia della stanza, soprattutto se è dedicata ad un bambino appena nato.
Un’’idea più colorata è invece quella di tinteggiare con una base di bianco e realizzare un enorme dipinto a tema: molto bello lo scenario di un bosco con funghetti, gnomi e fatine, con alberi in fiore e magari con un fiumiciattolo che sbuca da lontano. Serve un po’ più di manualità in questo caso visto che si tratterebbe di disegno libero e lo suggerisco a chi volesse cimentarsi in una piccola opera d’arte.

Se la camera da letto è di mamma e papà, invece, eviterei i disegni molto grandi (quelli vanno bene per la stanza dei piccoli) ma non è detto che debba necessariamente essere tutto monocolore.
Si può realizzare la parete su cui si trova la testata del letto in una tonalità più scura (ma non di molto) di quella usata nelle altre tre pareti, magari con la tecnica dello spatolato che renderebbe il tutto più lucido ed elegante. Oppure si può optare per quattro diverse pareti ma sempre scegliendo colori tenui e dall’abbinamento equilibrato per evitare che i colori possano stancare.
Buona l’idea degli stencil anche qui, con decori adatti, magari che diano un tocco di eleganza alla stanza.

In ogni caso serve un minimo di manualità, altrimenti si rischia di fare un gran pasticcio. Attenzione a proteggere il pavimento con dei fogli di giornale e, se la stanza non è vuota, a proteggere mobili e letto in modo tale che poi non si debba rimediare ai danni che la vernice potrebbe fare. Io ho dipinto la mia cameretta da ragazzina, bianca decorata con degli stencil. Non male!

APPROFONDISCI LA GUIDA: Come rinnovare la propria casa
APPROFONDISCI LA GUIDA: Come scegliere un letto matrimoniale

dipingere-una-camera-da-letto-pennelli-vernici-alla-mano

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>