Come difendersi dalla clonazione del bancomat

Oggi tutelarsi è molto importante e questo principio vale per ogni aspetto della vita, soprattutto sotto il profilo economico.
Può capitare, visto le molte notizie a riguardo che il nostro bancomat venga clonato, e purtroppo questa non è una storia che riguarda solo alcuni, ma riguarda tutti quanti poiché può capitare.
Ma siamo noi primariamente a doverci difendere da una possibile clonazione del bancomat da parte di alcuni malintenzionati.
Basta seguire delle piccole regole e dei piccoli accorgimenti per evitare la clonazione e dei danni abbastanza gravi alle nostre finanze economiche.
Vediamo alcuni consigli.
1) Evitiamo di lasciare incustodita la nostra carta bancomat, evitando di cederla ad altre persone, a prescindere che siano parenti o amici.
Questo perché spesso anche l’uso che se ne fa può compromettere una possibile clonazione, e pertanto anche se ci fidiamo è sempre meglio usare la carta noi stessi.
2) Quando usiamo la carta bancomat su qualche sportello per prelevare controlliamo molto l’integrità dello sportello e cerchiamo di capire se ci sono possibili manomissioni della macchina bancomat.
Basta guardare se è tutto regolare prestando attenzione che non ci siano segnali particolare che potrebbero farci venire dei dubbi.
3) Se usiamo la nostra carta bancomat all’estero stiamo molto attenti dove preleviamo e cerchiamo di scegliere macchine bancomat dove vi è una cabina per il prelievo ed evitiamo i bancomat che si trovano fuori dalle banche e sulla strada.
Questo perché è facile carpire i nostri dati con una telecamera posta anche a distanza dal bancomat.
4) Quando preleviamo cerchiamo di coprire il momento quando digitiamo il pin segreto.
Questa regola è molto importante e dobbiamo prendere l’abitudine di farlo sempre anche se dietro di noi non ci sono persone che aspettano di prelevare.
Basta coprirsi con la mano nel momento che inseriamo il codice, oppure possiamo coprire l’inserimento del pin con il portafoglio.
5) Se il distributore bancomat non accetta il codice al secondo prelievo non insistiamo nel fare ulteriori tentativi.
È improbabile sbagliare 2 volte di seguito l’inserimento del codice e questo dovrebbe allertarci poiché molte clonazioni vengono fatte in questo modo.
6) Se il distributore bancomat ci ritira la carta o questa si blocca dentro per qualsiasi malfunzione del distributore dobbiamo assolutamente bloccare la carta, e non aspettiamo delle ore nella speranza che questo bancomat ci venga restituito.
7) Quando preleviamo diamo sempre uno sguardo per vedere se dietro di noi ci sono persone che aspettano di prelevare e cerchiamo di coprirci per avere maggiore privacy.
8) Teniamo con noi nel portafoglio o nella rubrica del cellulare sempre i numeri di telefono per bloccare il nostro bancomat direttamente alla banca che ha emesso la carta.
Questi sono ottimi consigli ma alla fine i dubbi possono nascere sul fatto che anche se abbiamo buone intenzioni nel rispettare questi consigli, il rischio di clonazione del bancomat non è del tutto eliminato.
Però come dice un proverbio, chi prima inizia è a metà dell’opera, pertanto l’accortezza non è altro che un bene.
Questi consigli sono utili per noi stessi ma anche per i nostri familiari, pertanto è buona norma dare indicazioni in questo senso.
I vantaggi nel seguire questi consigli è che abbiamo una percentuale del 99% sulla possibilità che il nostro bancomat non venga clonato.
I svantaggi riguardano solo se cadiamo nella trappola che i malviventi e nella clonazione del bancomat.

banco

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>