Come decorare uova di Pasqua

Sta arrivando la Pasqua e tutti sappiamo che il simbolo per eccellenza di questa festività è rappresentato dall’uovo, simbolo della rinascita che ha rivestito un ruolo molto importante ancor prima del Cristianesimo.

Non è recente infatti la tradizione di scambiarsi uova decorate come simbolo di rinascita, e questa consuetudine è stata portata avanti proprio in occasione della Pasqua, che rappresenta appunto la Risurrezione del cristo.

In commercio in questo periodo si trovano svariate tipologie di uova Pasquali, costituite di cioccolato, di ogni grandezza e con decorazioni e rivestimenti di ogni tipo.

Ma la tradizione più antica e anche più bella è quella di regalare uova vere decorate in modo artigianale.
Questa tradizione è ancora molto in voga tra i bambini, tanto che nelle scuole ancora oggi fanno dipingere le uova ai bambini, a seconda del loro gusto personale.

Le uova da decorare possono essere quelle di gallina, molto semplici da recuperare, oppure, se si ha la possibilità di reperirle, quelle di papera o di struzzo che sono più grandi e sicuramente di grande effetto.

La prima cosa da fare però per poter decorare le uova è quella di renderle meno fragili.
A tale scopo è possibile lessarle prima di trattarle in modo da averle sode e difficili da rompere: in questo caso avremo uova meno fragili ma che con il tempo andranno a deteriorarsi perchè l’interno marcirà.
Un altro modo di pretrattare le uova è quello di effettuare due piccolissimi fori e far fuoriuscire albume e tuorlo, per poi lavare l’interno con l’aiuto di una siringa piena di acqua e aceto: così il guscio dell’uovo avrà una vita più lunga ma sicuramente dovrà essere trattato con molta delicatezza perchè basta batterlo leggermente per romperlo.

Una volta ottenuto il nostro uovo, lessato o svuotato, può essere colorato e decorato a piacimento.
Eventualmente si può rendere l’uovo colorato direttamente durante la bollitura: se nell’acqua si mettono le barbabietole si avranno uova rosse, con gli spinaci si hanno verdi, con il thè sfuso si ottengono gialle.

I colori da utilizzare possono essere quelli che più ci piacciono, sia le tempere che i colori acrilici, l’importante che siano atossici specie se le uova lessate si vogliono poi mangiare:i primi si sfumeranno più facilmente e con essi si può addirittura effettuare una decorazione pittorica; i secondi sono più facili da utilizzare ma non rendono possibili delle rifiniture molto pittoriche.
Dopo il colore si possono lucidare le uova con una passata di vernice trasparente, oppure si può procedere con una finitura opaca, a seconda dei gusti personali.
In ogni caso le uova così decorate non possono essere lavate perchè queste colorazioni non resistono all’acqua.

Un altro modo di decorare uova per la Pasqua è quello di utilizzare la tecnica del decoupage, lavorando con la colla vinilica e carta colorata, fazzoletti e disegni vari.

Le uova possono essere confezionate in piccoli cestini ed utilizzate per decorare la casa nel periodo delle festività Pasquali, ma anche per essere regalate.

Un modo veloce, spiritoso, artistico ed economico di fare bella figura.

decorare uova di pasqua

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>