Come decorare il salotto

Come si decora un salotto? Naturalmente le opzioni a disposizione sono molte: noi proviamo a darvi qualche idea. Un primo suggerimento potrebbe consistere nel decidere di applicare uno stile etnico. Possiamo iniziare inserendo delle candele: usiamo delle candele di altezza diversa, di colore bianco, con un diametro di una decina di centimetri. Sulla loro superficie andiamo a stendere una mano di vernice. Dopodiché, applichiamo della colla, e facciamo aderire della carta decorativa, con colori e temi a seconda dei nostri gusti: per esempio, per rimanere nell’ambito etnico, possiamo ricorrere a una fantasia esotica, con vegetazione o canne di bambù. Aspettiamo che le candele asciughino e applichiamo un altro strato di vernice incollante, in maniera da cristallizzare il lavoro. Possiamo ora indirizzarci sulla poltrona e sui divani. Usiamo in questo caso delle lenzuola o dei copri divani molto colorati, e sopra vi sentiamo dei petali di rosa fatti essiccare in precedenza. Per quanto riguarda le pareti, un ottimo consiglio è quello di usare non la classica carta da parati, ma fantasie speciali, o, ancora meglio, numerose strisce di carte con fantasie differenti, in maniera tale da conferire uno stile decisamente originale e curioso ottenuto grazie all’alternanza di superfici decorative differenti. Queste sono solo alcune idee nel caso in cui si voglia optare per uno stile etnico, ma chiaramente si può decidere anche per stili differenti. La cosa importante, comunque, è mantenere all’interno del salotto una certa coerenza e un’idea unica: insomma, evitiamo pareti colorate vivacemente e toni grigi sull’arredamento. A proposito delle pareti, esse potranno essere pitturate in maniera speciale: non limitiamoci, dunque, a una tonalità di colore compatto, banalmente bianca o giallina, ma diamo spazio alla fantasia, usando normografi, spugnette, tamponi e quant’altro, per fare vita a temi e fantasie di nuova generazione. Sarà utile, inoltre, ricorrere a poster, quadri, ritratti o gigantografie, magari per coprire qualche sbavatura o per rimuovere un buco lasciato da tempo. Nel caso in cui, inoltre, in precedenza si sia rimosso un lampadario, e sul soffitto siano rimasti dei forellini, un’idea alquanto originale sarà quella di ricorrere a un quadro, o meglio ancora a uno specchio, da applicare direttamente sul soffitto. Non dimentichiamo, inoltre, di ricorrere alla vegetazione: piante vere o finte, a seconda del nostro pollice verde e delle nostre possibilità di curare i fiori, magari inserite in contenitori particolari: non i soliti vasi di porcellana, ma magari una tazza, una pentola, o perché no un vaso da notte: insomma, cerchiamo di essere creativi, divertenti e autoironici, senza prenderci troppo sul serio. Concludiamo segnalando l’importanza di arricchire l’arredamento con qualche soprammobile, magari divertente e curioso: fondamentale, però, sarà prendersi cura del salotto, perché non c’è nulla di peggio che vedere su un tavolino o su un mobile soprammobili graziosi e attraenti ricoperti di polvere. Un’ultima cosa: cospargiamo il salotto di incensi e candele profumate, da accendere, però, solamente in occasioni speciali e in corrispondenza di eventi molto particolari. Il nostro salotto è decorato.

salo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>