Come decorare un annaffiatoio con il decoupage

Il decoupage (termine che deriva dal francese découper che significa ritagliare) è una tecnica decorativa molto usata, e di facile utilizzo, che consente di abbellire svariati oggetti, utilizzando figure e illustrazioni ritagliate da giornali, riviste, oppure da tovaglioli di carta di riso eccetera. Con questa tecnica anche chi non sa disegnare o dipingere può realizzare belle decorazioni in modo semplice.
Il decoupage, si può realizzare su numerosi materiali molto diversi fra loro come legno, tessuto, vetro e metallo. Le immagini per il decoupage si trovano in commercio nei negozi di bricolage, dove si possono acquistare anche le vernici, i pennelli e la particolare colla vinilica per il fissaggio, oppure nelle numerose pubblicazioni che si trovano nelle edicole e che contengono, oltre alle linee guida sulle tecniche di decoupage, anche modelli e immagini per realizzarle.
Occupiamoci, in particolare, del decoupage sul metallo e della decorazione di un annaffiatoio.
In primo luogo occorre distinguere il procedimento che si usa per decorare il metallo laccato, da quello usato per il metallo grezzo. Il metallo smaltato o laccato, rende più semplice incollare delle figure sulla sua superficie, soprattutto se la laccatura è stata eseguita a mano, in questo caso infatti, la superficie sarà più porosa, inoltre, non si correrà il rischio che il metallo arrugginisca proprio perché protetto dalla laccatura.
Se vogliamo invece incollare decorazioni su un annaffiatoio di metallo grezzo, ad esempio di zinco o di alluminio, la prima operazione da eseguire è la sgrassatura della superficie da ricoprire, che si può fare usando un panno imbevuto di alcool oppure con una carta vetrata dalla granatura molto sottile. Personalmente ritengo che la sgrassatura con l’alcool sia più semplice perché non si rischia di graffiare con la carta vetrata la superficie dell’innaffiatoio. Per evitare che l’innaffiatoio arrugginisca, sarebbe opportuno dargli una mano di antiruggine, poi dopo averlo lasciato asciugare a sufficienza, si potrà passare una mano di vernice del colore che si desidera per il fondo. E’ preferibile utilizzare un colore acrilico che è più facile da usare e si asciuga con più rapidità. Dopo avere scelto le immagini da applicare sull’annaffiatoio, bisogna ritagliarle; è necessario lasciare loro un po’ di bordo, in questo modo sarà più facile stendere la colla, soprattutto se l’immagine ha dei bordi bianchi, dopo la procedura di fissaggio non si vedranno più. Le decorazioni si applicano con un pennello piatto con il quale si stende la colla spennellando con attenzione dal centro verso l’esterno della figura.

Abbiate cura che il pennello sia molto imbevuto di colla per tutta la durata dell’operazione. La colla vinilica deve essere diluita con acqua, risulterà di più facile utilizzo e non rischierà di appiccicarsi dappertutto rendendovi impossibile il lavoro. È bene comunque fare attenzione a non lasciare grosse sbavature di colla sulle parti dell’annaffiatoio che non sono ricoperte dalle immagini. Ci si può aiutare con una spugna naturale imbevuta d’acqua e ben strizzata per raccogliere la colla in eccesso. Una volta applicate le decorazioni e asciugata bene la colla potete spennellare con la vernice colorata i bordi dell’immagine in modo da rendere uniforme il passaggio dal disegno incollato alla base dipinta. In questo modo il ritaglio assomiglierà a un dipinto. Non dovete fare altro che asciugare il tutto e la decorazione è fatta.

fai da te

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>