Come curare il mal di denti

Molto spesso il mal di denti è il sintomo di una causa ben più profonda che va cercata in una scorretta igiene orale quotidiana. Se preso in tempo si risolve molto semplicemente ma, a lungo andare, può determinare l’insorgere di problemi ben più seri. Può capitare però che non sempre il dentista sia immediatamente disponibile, per cui, ci sono alcuni semplici rimedi a cui potrete ricorre in attesa di andare dal dentista, per tamponare provvisoriamente e alleviare il dolore. Una cosa che va assolutamente tenuta in mente è che per sentire meno dolore dovrete cercare di evitare di dormire sdraiati, cercando di provare a riposare in posizione seduta, tenendo la testa sollevata almeno da un cuscino molto alto, ma sarebbe meglio due; così facendo, infatti, si riduce sensibilmente l’afflusso di sangue alla testa. Sempre per ottenere lo stesso risultato si può anche fare un pediluvio tenendo l’acqua molto calda, favorendo così l’afflusso di sangue nei vasi sanguigni delle estremità inferiori del corpo, dilatati così dal calore, e il suo conseguente ristagno proprio lontano dalla testa. Chiaramente poi bisogna vedere anche la causa di questo mal di denti; se è causato da un ascesso dentario, ad esempio, potrete pensare di calmare il dolore provocato dall’infiammazione facendo degli impacchi di fiori e foglie di malva bollite, o facendo degli sciacqui frequenti durante il giorno con acqua e sale, che grazie alle sue proprietà disinfettanti potrà sterilizzare la zona alleviando l’infiammazione. Assolutamente da evitare, al contrario, sono gli impacchi caldi sulla guancia, questo perchè il calore può proprio peggiorare l’infiammazione, causando addirittura una sorta di tumefazione della guancia e dell’intera regione orbitale.
In vostro soccorso, nell’alleviare il dolore, spesso davvero insopportabile, del mal di denti, arriva una branca dell’agopuntura, l’agopressione. Mettere in pratica questo rimedio è più semplice di quanto ci si possa immaginare dal termine stesso. Nel caso specifico del mal di denti usando il dito indice dovrete esercitare una pressione nella zona situata tra il primo metacarpo e il secondo, proprio sul dorso della mano. L’intensità della pressione deve essere piuttosto decisa ( troppo lieve non servirebbe ad ottenere il risultato desiderato ) e cosa importante deve essere continua, cioè dovrete continuare ad esercitare la pressione continuativamente per almeno un paio di minuti, senza staccare l’indice.
Personalmente però, nonostante l’efficacia di questi rimedi, credo sempre che, essendo comunque lenitivi e non curativi, sia cosa fondamentale andare a risolvere il problema all’origine, curandone la causa piuttosto che cullarsi sull’attenuazione dei sintomi. Inoltre, cosa fondamentale è la prevenzione, anche perchè, come recita un motto molto conosciuto “prevenire è meglio che curare”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>