Come creare differenti tipi di grafici in Excel

Chi ha installato nel proprio pc Microsoft Office può utilizzare il foglio di calcolo Excel per creare grafici.
Nel foglio di lavoro si può inserire un grafico in vari modi: selezionando una serie di caselle e cliccando col tasto destro del mouse e selezionare “inserisci grafico” dal menù “inserisci” e poi su “grafico” cliccando direttamente sull’icona del grafico posta nella barra degli strumenti.
A questo punto si apre la creazione guidata che permette di selezionare il tipo di grafico che si vuole inserire.
E’ possibile scegliere il tipo di grafico:
istogramma
barre
linee
torta
dispersione
area
anello
radar
azionario
e di diverse forme geometriche a lato si vede l’esempio di come apparirà ed una breve descrizione che permette di capire quale fa al nostro caso
Il passaggio successivo consente di selezionare l’area del foglio di lavoro che si vuole rappresentare col grafico e scegliere se la serie deve essere in colonne o righe.
Continuando si può dare un titolo al grafico, scegliere dove posizionare la legenda e se si vuole mostrare l’etichetta dati.
L’ultimo passaggio consente di creare il grafico in un nuovo foglio di lavoro o di inserirlo in quello già aperto nel quale stiamo lavorando.
Una volta creato si potrà modificare dal menù “grafico”, che risulterà visibile nella barra dei menù, e cambiare ogni tipo di scelta che abbiamo fatto durante la creazione guidata.

Esistono siti che permettono la creazione grafici come chartpart nel quale si inseriscono manualmente i dati e si ottiene un grafico ma trovo che sia poco pratico quando si devono inserire tanti dati.
E’ possibile utilizzare gratuitamente chart.net per creare grafici scegliendo tra alcune tipologie, le dimensioni, il colore, il titolo ed indicando i dati da inserire.
Questi siti sono gratuiti ma non si possono paragonare alla completezza di programma veri e propri da installare sul pc.
Microsoft ha anche un altro programma per la creazione di grafici che si chiama Graph e che può essere un’alternativa ad Excel.
Ci sono vari programmi che consentono di creare grafici, anche di statistica, come Scilab e Gru Octave ma sono abbastanza complicati da utilizzare anche se il risultato può essere visivamente superiore a quello di altre applicazioni.
Molti usano il programma gratuito OpenOffice come sostituto di Office ed esso consente in maniera semplice di creare grafici dal dati del foglio di calcolo.
Uso spesso entrambi quando voglio avere rappresentato visivamente l’andamento di qualcosa, come ad esempio le mie spese o il conto bancario in generale.
Dalla mia esperienza posso dire che Excel ed OpenOffice si equivalgono sia nella facilità d’’uso sia nella riuscita dei grafici, il secondo ha il vantaggio di essere open source e perciò molto diffuso. Ha inoltre il vantaggio di leggere anche i file creati con excel e quindi risulta un valido sostituto.

Excel ha lo svantaggio che deve essere acquistato ad un prezzo abbastanza elevato nel pacchetto Office mentre ha il vantaggio di essere abbastanza semplice nell’’utilizzo anche grazie alle spiegazioni accluse nell’’assistente del programma. Periodicamente esce una nuova versione più avanzata e ricca di contenuti, però accade che avendo la vecchia versione i file creati con quella nuova non sempre si riescono ad aprire.

grafici excel

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>