Come creare un costume da indiano per carnevale

Gli abiti di carnevale hanno costi piuttosto elevati, sono spesso di scarsa qualità e, se poi si considera che vengono indossati uno o al massimo due giorni all'anno, la voglia di mascherarsi viene meno.
In questi tempi di crisi è meglio fare da sé, se avete un poco di dimestichezza con ago e filo si rivelerà divertente la preparazione di un abito da indiano, se invece siete negati per il cucito dovrete procurarvi gli indumenti per poi modificarli.


Vediamo come preparare un abito per uomo o bambino.
Innanzitutto vi serviranno dei pantaloni di color senape o marroncino e della stoffa di una tonalità simile.
Tagliate due strisce del tessuto di una larghezza di circa 15 centimetri e lunghe tanto quanto il gambale dei pantaloni e tagliuzzatele nel senso della lunghezza per formare le frange che ornano gli indumenti indiani. Lasciate però intatta una parte di una larghezza di 2 o 3 centimetri perché sarà quella che dovrà essere fissata ai gambali lateralmente; potrete fare una cucitura a macchina e se non siete in grado potrete fissarle con della colla.
Occorre poi preparare una casacca che deve essere sempre di color senape o marroncino, deve essere piuttosto rudimentale e può andare bene anche senza maniche purché poi venga indossata con sotto una maglia sempre nella stessa tonalità.
La casacca deve essere lunga a sufficienza da coprire i glutei e per ricavarla potete semplicemente tagliare dalla stoffa due rettangoli della giusta lunghezza, quanto alla larghezza ricordatevi che deve essere piuttosto morbida.
Con la forbice praticate l'incavo del collo e sfrangiate il bordo inferiore, quindi unite tra loro le due parti ricordandovi di lasciare lo spazio per le braccia che potrete anche sfrangiare di alcuni centimetri.
Se volete preparare un copricapo da vero capo indiano vi serviranno numerose penne che potrete trovare in vendita nelle mercerie e una fascia per la testa della giusta misura o un largo cerchietto.
Incollatele le vostre penne una vicina all'altra su un cartoncino spesso e quindi fissatelo alla fascia o al cerchietto e il copricapo è pronto. Potete però anche accontentarvi di un piccolo foulard avvolto come una benda intorno alla testa in cui inserirete una o due penne.
Gli accessori per completare il costume sono ovviamente l'ascia o l'arco con la faretra potete anche dipingere sugli zigomi un paio di strisce rosse per simulare i colori di guerra.


[gallery]

L'abito da squaw è di esecuzione più semplice ed è costituito da una lunga casacca morbida che deve arrivare sotto il ginocchio (il colore deve sempre essere nelle tonalità del marrone chiaro). L'esecuzione è perfettamente simile a quella della casacca maschile, però ai lati è meglio decorare l'abito con delle frange che ricaverete da due strisce di stoffa lunghe quanto la distanza tra lo scalfo manica e il bordo di frange che funge da orlo.
In vita si può mettere come cintura morbida una cordicella o più giri di spago sottile dove magari avrete inserito delle perline.
La squaw porta sulla fronte una fascia che trattiene una penna e spesso indossa al collo delle collanine colorate.
Ai piedi degli indiani sono indicati degli stivaletti scamosciati dal gambale morbido.

fai da te

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>