Come costruire un’altalena indoor fai da te

L’altalena, sempre presente nei ricordi di ogni bambino, è un’attrazione anche per gli adulti. Peccato però che non sia sempre estate per goderne di una all’aperto ed ecco, quindi, come costruire quella indoor per le serate più fredde.

Prima di tutto, e’ importante prestare particolare attenzione ai supporti a cui andrà ancorata l’altalena che devono essere robusti per supportare il peso. Inoltre, bisogna individuare un’area che disponga dello spazio adatto per permette libertà di movimento. Il modello di altalena proposto, adatto per due persone adulte, prevede un’unica base in legno senza schienale.

Materiale necessario:
– un asse di legno 150 x 18 x 4 cm
– corda robusta in prolipropilene minimo 14 mm di lunghezza variabile in base all’altezza del soffitto
– ganci da soffitto
Come procedere:
1) La prima cosa da fare è sistemare la seduta. Si può anche scegliere di arrotondare l’asse di legno e levigare la superficie utilizzando una pialla e passando della carta vetrata con grana 60.
2) Il secondo passo prevede l’utilizzo del trapano per praticare due fori di circa 15 mm, o comunque abbastanza larghi per far passare la corda, nella parte della larghezza, ovvero quella più stretta dell’asse, uno nella parte inferiore e l’altro, a debita distanza, nella parte superiore.
3) E’ consigliabile inserire un supporto di rinforzo nella parte inferiore della tavola per sostenere meglio il peso: per farlo, basta applicare ai lati, praticando dei fori, un ulteriore pezzo di legno di dimensioni ridotte che verrà fissato alla seduta con delle viti. Ovviamente, anche questo deve avere due fori come quello superiore per far passare la corda.
4) Fissare al soffitto i due ganci in cui far passare la corda.
5) Il passo successivo prevede l’inserimento della corda nella seduta di legno. Una volta scelta la lunghezza adatta, bisogna tagliare la corda in due spezzoni (uno per il lato destro e uno per il sinistro) e farla passare nei due ganci precedentemente ancorati al soffitto. La corda andrà quindi fatta passare nei due buchi della seduta presenti per ogni lato e fissati tramite nodo nella parte inferiore.
Il nodo migliore è la “gassa d’amante”, utilizzata anche in marina per la sua robustezza, è definita anche come un cappio che non stringe. Per realizzarlo correttamente basterà cercare questo tipo di nodo sul Web per avere una chiara descrizione con immagini.

E’ possibile realizzare anche una versione con una sola corda per lato, e quindi con un unico foro, sicuramente più semplice, ma meno stabile ed adatta, quindi, a persone adulte.
6) L’altalena indoor è pronta: l’ultimo tocco prevede un passaggio di flatting, oppure una mano di vernice colorata e, ancora, a piacere, la possibilità di personalizzare la seduta con decorazioni adesive.

altalena indoor

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>