Come costruire una fionda

Una delle armi più antiche conosciute dall’umanità è certamente la fionda. La fionda veniva e viene tutt’ora usata come attrezzo rudimentale per cacciare oppure come semplice pratica di divertimento dagli sportivi e dagli avventurieri amatoriali. Questa balestra in miniatura si trova facilmente in commercio, ma comprarla non è l’unica maniera per possederla. Per i più pazienti di voi che vorranno annoverare tra la propria colleziona una fionda costruita con mani proprie, abbiamo deciso di indicarvi procedimenti, materiali e costi orientativi affinché possiate riuscire a completare con successo la sua costruzione. Innanzitutto vi spiegheremo come realizzare la classica fionda, quella cioè che rientra nell’immaginario collettivo, se per qualsiasi motivo non potete ricercare i materiali adatti o non sarete in grado di realizzarla nonostante la guida che scriveremo tra poche righe, spiegheremo come realizzarne una altamente rudimentale ma ugualmente efficace e “pericolosa”. Per la realizzazione della classica fionda ad “Y” avrete bisogno di questi materiali: un seghetto, un pezzo di legno, un elastico molto lungo e resistente, diversi centimetri di spago, un ago grosso, della pelle per calzature, un coltello e del nastro isolante. Ad ogni modo economicamente parlando quest’operazione non vi richiederà una spesa superiore 20 euro. Come prima cosa procuratevi un ramo dal diametro di non più di 3 cm che possegga la classica forma ad “Y”. Utilizzate il seghetto affinché tutti e 3 i lati della fionda misurino tra i 15 ed i 20 centimetri. Fatto ciò limate 2-3 millimetri di scanalatura in prossimità della punta delle biforcazioni del ramo. Provate l’impugnatura ed asseconda delle dimensioni della vostra mano avvolgetela completamente con del nastro isolante per evitare abrasioni durante il suo utilizzo. Posizionate ora l’elastico tra le due scanalature precedentemente create e fissatelo per bene avvolgendoci dello spago legandolo stretto. Ora viene la parte più difficile: dovrete procurarvi della pelle per calzature, riuscirla a tagliare dell’esatta lunghezza del vostro elastico, curandovi di raddoppiarne lo spessore e cucirla sull’elastico tramite un ago grosso. Fatto ciò la vostra fionda è pronta ad essere utilizzata con le più svariate munizioni a vostra disposizione. Impugnatela con la vostra mano secondaria, prendete una qualsiasi munizione appropriata e stringetela tra pollice e medio della vostra mano principale, caricate tale munizione sull’elastico e tiratelo indietro fino all’occhio in corrispondenza della mano per prendere la mira, lasciate improvvisamente la presa con le dita ed il colpo partirà immediatamente. Per chi volesse semplificare le cose, è possibile costruire una fionda rudimentale semplicemente con questi materiali: un piccolo cilindro di plastica o cartone, il pollice di un guanto, e del nastro adesivo. Avvolgete il “pollice” intorno ad un ‘estremità del cilindro e fissatelo con abbondante nastro adesivo, caricate una munizione e fatela scivolare all’interno dell’attrezzo appena creato, tirate con forza il “pollice” fino alla potenza desiderata e lasciate partire il colpo per apprezzarne gli effetti. Inutile dire che per la versione rudimentale della fionda la spesa è decisamente irrisoria. Fiondiamoci dunque verso la sua costruzione.

fionda

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>