Come costruire una cuccia per cani

Prima di costruire una cuccia per cani è utile conoscere due aspetti che ci aiuteranno a realizzare un ricovero adatto per il nostro amico.
Il primo aspetto riguarda una peculiarità della razza canina: il cane non elimina il calore come gli uomini, il mantello lo protegge dai leggeri colpi di sole, ma il suo sistema di termoregolazione non è sufficiente nel caso che si tratti di un vero colpo di calore.
La scelta del materiale per costruire la cuccia del cane è fondamentale per evitare che nel periodo estivo all’interno si verifichino situazioni di caldo eccessivo.
Il secondo aspetto riguarda l’igiene della cuccia, dobbiamo realizzare un fondo che non favorisca la proliferazione di parassiti esterni che in situazioni di umidità trovano l’ambiente ideale per diffondersi.

La cuccia deve essere facile da pulire, da riordinare e da disinfettare, il pavimento può essere ricoperto con del materiale isotermico, come materiale da costruzione il legno non è il materiale più idoneo in quanto può diventare un focolaio di germi che favoriscono l’insorgere di infezioni cutanee, inoltre può facilmente diventare il luogo ideale di acari, pulci e zecche e disinfettarlo non è facile, con la copertura del pavimento possiamo prevenire questa problematica.

REALIZZIAMO IL PROGETTO: La cuccia non deve essere molto grande e l’entrata non deve essere posta al centro in modo tale che durante il periodo invernale il cane possa trovare un angolo in cui accucciarsi evitando che l’aria gli vada addosso.
Disegniamo un parallelepipedo senza copertura e stabiliamo le misure in rapporto alla taglia del’animale, per un cane di piccole dimensioni come un Beagle sono sufficienti le seguenti misure: larghezza 65, lunghezza 48, altezza 60.

ATREZZI E MATERIALI NECESSARI:

Trapano;
Cacciavite;
Punta per legno;
Viti per legno;
Segaccio;
Carta vetrata a grana grossa;
8 giunti a L;
Collante;
Pannello il legno multistrato;
Pannello in policarbonato;
Foglio di materiale isotermico

In centro di bricolage, facciamoci tagliare cinque pannelli di legno multistrato rispettando le misure indicate, lo spessore deve essere di 30 mm. E’ un materiale eccellente: è resistente e poco deformabile però è costoso perchè i fogli sono ricavati da un tronco di albero intero.

Prima di procedere all’assemblaggio, ricopriamo una superficie di un pannello di un foglio di materiale isotermico, utilizzare del collante specifico senza solventi.

Su uno dei pannelli tracciamo un ingresso ad arco decentrato, tagliamo lungo il bordo e poi passiamo la carta vetrata lungo il bordo.

Assembliamo i pannelli con i giunti a L, praticando prima dei fori per agevolare l’avvitatura ( i fori devono essere più piccoli del diametro del corpo delle viti).

Il tetto deve essere rimovibile, possiamo utilizzare una lastra multistrato in policarbonato che garantisce un buon isolamento, è reperibile presso un negozio di bricolage, per agevolare la rimozione utilizziamo viti con dadi che collocheremo lungo il perimetro, ne sono sufficienti 8.

PREZZO: Pannelli multistrato 35,00 euro, foglio isotermico 12,00 euro, lastra in policarbonato euro 15,00, giunti euro 4,00, viti, dadi 4 euro Totale per la realizzazione euro 70,00.

SVANTAGGI: Lavoro da fare nei ritagli di tempo.
VANTAGGI: Scelta dei materiali, facile da realizzare ,costo.

1 comment

Leave Comment

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>