Come costruire un pergolato

Costruire un pergolato è semplice basta avere pazienza e buona volontà e sicuramente ne uscirà un buon lavoro.
Il pergolato consiste in una struttura di solito in legno con un tetto che affaccia al giardino.
Per costruire un pergolato nel nostro giardino dobbiamo prendere le misure giuste sulla grandezza che vogliamo occupare e poi dobbiamo scegliere il materiale più adatto a costruire il nostro pergolato.
Pertanto si deve scegliere il tipo di legno adatto a costruirlo in commercio ci sono dei kit già predisposti per costruire il pergolato compreso di viti e bulloni che servono ma se non si trova della misura adatta si può scegliere di ordinare a parte le varie travi per assemblare il pergolato.
Poi bisogna scegliere la copertura adatta che di solito consiste in tavole di legno perlinato ma se non si vuole scegliere questo tipo di copertura si può optare per delle tegole apposta per il pergolato.
Una volta che abbiamo tutto il materiale necessario bisogna predisporre l’’appoggio studiando gli eventuali assestamenti della struttura e creando appositamente delle piccole gettate in cemento dove poi bisognerà predisporre l’’appoggio delle travi.
Una volta seguite queste indicazioni si può cominciare a costruire montando le varie parti.
Nel caso dovessimo scegliere un kit già studiato troverete anche le istruzioni ma comunque bisognerà partire nel montare i quattro pali e fissarli ancorandoli a terra con dei tasselli adatti ed eventualmente fissandoli ai muri di appoggio della casa.
Una volta fissati i 4 pali dovrà seguire la parte del tetto che anche in questo caso nel kit già preparati bisognerà soltanto avvitarli da una parte all’altra.
Se poi si vuole si possono usare le tegole che andranno appoggiate sul tetto e ancorate una ad una con i chiodi speciali che servono in questo caso.
Da poco ho avuto modo di costruire questo pergolato in giardino ma abbiamo optato nella scelta di un kit spendendo 700 euro circa ma è venuto fuori un bel lavoro.
I problemi che ho riscontrato nel montare il pergolato sono stati nei due pali esterni poiché inizialmente sembravano ancorati in modo leggermente storto ma poi una volta che si sono collegati con il resto del tetto sono risultati diritti e in bolla.
Si può anche pensare di decorare il pergolato mettendo delle tende o semplicemente usando delle zanzariere mobili da poter usare come delle veneziane.
Nel fare questa opera bisogna avere i giusti strumenti che consistono in cacciaviti, martello, trapano con diverse punte, bolla, chiodi e bulloni.
I svantaggi maggiori riguardano la complessità nel lavoro se si è da soli a fare questo tipo di lavoro.
Infatti io consiglio di farsi aiutare in questa impresa non tanto per la difficoltà ma per ricevere un aiuto nel alzare i pali e nell’ ancorarli.
Poi se si coordina il lavoro in due persone si finisce prima.
Mentre i vantaggi sono legati al fatto che alla fine è venuto fuori un bellissimo lavoro fatto bene e senza particolari intoppi.
Sicuramente bisogna avere molta pazienza e poi bisogna avere una certa manualità nei lavori di bricolage ma ci sono sia in rete che in libreria molti materiali che possono aiutarci nell’impresa.

pergolati

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>