Come costruire casette per il presepe

Con l’arrivo del Natale una delle tradizioni che non manca in molte case è la costruzione del presepe. Tra creazioni artigianali piccole e grandi, la scena della natività è molto suggestiva e viene preparata con largo anticipo dai veri appassionati. In particolare l’attenzione va rivolta alle case dei pastori e alla costruzione del villaggio. Per realizzare delle casette per il presepe non occorre molto materiale, basta del cartone, forbici, colla e tanta creatività. Per realizzare la struttura delle case c’è bisogno di una carta flessibile, non troppo sottile o spessa, in modo da poter essere lavorata al meglio, soprattutto nei dettagli. Si possono acquistare in cartolibreria cartoncini già colorati, oppure si può optare per il riciclo di quello che si possiede in casa. Tutti hanno in casa, scatole (quelle dei cereali della colazione sono un buon esempio) oppure pacchi di zucchero e biscotti. Questi contenitori sono ottimi perché la carta che li compone è porosa, quindi facile da tagliare e poi da colorare. Una volta stabilita la grandezza del presepe si realizzano in scala le casette. Si tagliano dal cartone dei quadrati o dei rettangoli, per ogni costruzione ci vogliono quattro parti uguali e una leggermente più grande da poggiare sul tetto. Una volta tagliate le figure, si passa a incollarle tra loro con della colla a caldo. Per avere una struttura più solida ogni sagoma deve essere di almeno mezzo centimetro più grande rispetto alle dimensioni finali, in modo da piegare un lato e attaccarlo alla sagoma successiva. Una volta realizzata la struttura tridimensionale vanno ritagliati i dettagli. E’ preferibile fare prima questa operazione perché altrimenti si rischia di sporcarsi se si decide di colorarla prima. Ogni casetta che si rispetti deve avere una porta e delle finestre. Con una forbice dalla punta tonda si procede a incidere nel cubo e si taglia il tutto. Una soluzione più semplice è quella di disegnare direttamente sulla casa tutti i dettagli, ma questo richiede più tempo e anche più colori. Una volta deciso il colore, meglio optare per toni caldi come il giallo o il marrone, va molto bene anche il rosso su cui si possono riprodurre con linee scure orizzontali e verticali dei finti mattoni; poi si passa all’asciugatura. Meglio lasciare le scatole per una notte intera, senza toccarle, in modo da permettere al colore di aderire perfettamente alle pareti. Una volta che sono completamente asciutte si passa a definire gli ultimi dettagli, come il tetto e l’ingresso della casetta. Per dare maggiore stabilità alla carta si può creare una base colorata su cui incollare tutto e poi rivestirla con erba finta. Altri dettagli da non dimenticare sono il camino e la legna da mettere fuori dalle case. Per realizzare il comignolo basta arrotolare un po’ di carta e incollarla al tetto, meglio di colore scuro e con qualche filo di cotone per riprodurre l’idea del fumo, mentre per la legna si possono usare piccoli stecchini da cucina, da colorare successivamente con un marrone scuro. Per rendere le casette più vere si possono rifinire con un pennarello, in modo da far apparire piccole crepe o finti mattoni. Completato il tutto non resta che metterle nel presepe vicino ai pastori e alla natività e per vedere l’effetto finale.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>