Cosa Visitare e vedere a Edimburgo

Edimburgo, bagnata dalle acque di un estuario del fiume Forth, è la capitale della Scozia. E’ semplice recarvisi, sia in treno che in aereo, e da Londra potrà distare un massimo di 8 ore di auto. Inizialmente fu una roccaforte delle antiche civiltà celtiche, ma anche dei nostrani Romani, e poi, solo a partire dal ‘600, iniziò a svilupparsi come centro urbano, divenendo, sul finire della prima metà del XV secolo, la capitale scozzese. La rivoluzione industriale, che ricordiamo colse l’Inghilterra per prima, apportò dei cambiamenti alla struttura della città, anche per le diverse esigenze economico-sociali che si andavano delineando, ma senza deturparla. Elemento tipico che connota la regione, ed in particolare Edimburgo, è il tipico maniero in pietra, risalente agli inizi dell’anno 1000, anche se i sovrani, che vi hanno regnato, hanno apportato delle modifiche successive alla struttura. Oggi, i castelli sono di proprietà non più dei regnanti, a causa degli alti costi di manutenzione da sopportare, ma sono stati ceduti al National Trust for Scotland o ad enti privati, che li hanno adibiti, spesso e volentieri, ad alberghi: infatti l’anima economica della città è data, più che dal commercio di produzioni locali(dell’ottimo whisky in primo luogo), dal turismo ed ancora dal settore estrattivo ( il metano nel Mar del Nord) e dalla produzione di alta tecnologia, in particolari aree di concentrazione industriale. Ritornando ad informazioni pratiche quando si viaggia, può interessare che è possibile far visita ai caratteristici manieri dalle ore 09:30 alle 18:00 nel periodo che va da aprile a settembre e i restanti mesi vedono l’orario di chiusura anticipato di un’ora; la tariffa praticata all’ingresso si differenzia per fasce d’età: per i bambini al di sotto dei 5 anni l’accesso è gratuito, per gli adulti il biglietto costa 7£ e i ragazzi under 15 pagano solo 2£. Per cli appassionati di terre arcaiche e ricche di leggende questo è il posto più indicato: oltre ai castelli infestati da presenze ultraterrene, se ci si sposta dall’area urbana alla zona più campestre ci si può recare sulle rive del lago di Loch Ness sperando di veder Nessie far capolino tra le acque scure. Suggerisco di visitare questa terra anche ai più tradizionalisti, amanti del folclore e delle arti culinarie: cornamuse, kilt e fiumi di whisky sono qui di casa. Per chi, invece, è attratto dalla storia e dalle opere architettoniche, l’area di Edimburgo più idonea è di certo il centro della città: un’esplosione di arte vittoriana e georgiana in più di sedicimila edifici, tanto che la città è stata dichiarata Patrimonio dell’ Umanità dell’Unesco. Anche i giovani possono trovare i propri interessi pienamente soddisfatti soggiornando in questo luogo, specialmente se il periodo prescelto per il viaggio è il mese di agosto, quando Edimburgo ospità alcuni tra i più noti festival. Ed inoltre ai fans di Harry Potter ricordo che in questa città vive l’autice della saga su citata, JK Rowling, e che ancora è possibile salire sul “The Jacobite”, il fantastico treno che conduce i maghi ad Hogwarts. Non resta che augurarvi buon viaggio!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>