Cosa vedere in Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda è il secondo paese più esteso dell’intero continente oceanico dopo l’Australia. E’ divisa in due isole principali, separate dallo Stretto di Cook. Nell’isola settentrionale sorge la capitale Wellington, terza città del paese per numero di abitanti dopo Auckland e Christchurch.
Il paese è vasto e soprattutto presenta numerose attrazioni sia dal punto di vista paesaggistico che storico-culturale: per questo si consiglia ai visitatori un soggiorno di almeno due settimane.
Auckland rappresenta la porta di ingresso al paese per la maggior parte dei turisti, in quanto situata nell’estremo nord dell’isola settentrionale e dotata di un aeroporto internazionale e di un importante porto. Per coloro che amano la natura e le bellezze paesaggistiche è però consigliabile spingersi ancora più a nord, nelle isole minori di Waiheke e Rangitoto, che offrono degli scorci di rara bellezza.
Per i meno temerari, Auckland rimane comunque una città molto interessante, nella quale poter ammirare l’edificio più alto del continente e di tutto l’emisfero meridionale, la Sky Tower, vero e proprio punto di vista privilegiato sulla città.
Auckland offre però anche vari musei, come il memoriale ai caduti delle guerre, o anche scorci suggestivi, come quello sulla baia omonima dove si svolgono spesso regate veliche, delle quali la più famosa è l’America’s Cup, che portano la vela ad essere lo sport più praticato da queste parti assieme al rugby.
Dirigendosi verso sud, una visita consigliata è quella alla penisola del Coromandel, con la Cathedral Cove, nonchè alla città di Tauranga, situata nella Bay of Plenty.
Superata questa graziosa area si trova la città di Rotorua, meta imperdibile per coloro che vogliono conoscere meglio la cultura maori e caratterizzata inoltre, nei suoi dintorni, da un’intensa attività geotermica e quindi dalla presenza dei geyser.
Proseguendo ancora verso sud, la città di Gisborne con la baia adiacente, la Hicks Bay, permettono ai visitatori di ammirare il luogo, chiamato Wainui Beach, in cui si ha il sorgere del sole in anteprima rispetto al resto del mondo, un’esperienza irripetibile ed estremamente romantica.
Arrivati quasi all’estremità meridionale dell’isola del nord, superando la città di Napier, si possono ammirare paesaggi tipici locali, caratterizzati da prati nei quali le famose pecore neozelandesi pascolano in tutta libertà.
La capitale Wellington vi sorprenderà poi con il suo dinamismo ed i suoi musei di civiltà locale e vi offrirà, dal Mount Victoria, una visione privilegiata sulla baia che la circonda.
Spostandosi nell’isola del sud, vi accoglieranno i vigneti vicino Blenheim, la città di Nelson, i soffioni di Punahaiki e le miniere d’oro di Greymouth, facendovi arrivare fino a Queenstown, la città famosa per i suoi negozi di lusso e meta quindi di migliaia di visitatori ed amanti dello shopping dalle tasche ben capienti.
Dopo aver visitato Queenstown potrete immergervi nuovamente nella natura, visitando il fiordo di Milford Sound, prima di approdare a Christchurch, estrema propaggine meridionale del paese che, con la sua vita culturale, vi farà salutare questa terra con un “arrivederci” e con la promessa di visitarla nuovamente al più presto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>