Cosa vedere a Lisbona

Lisbona è colore, Lisbona è musica, Lisbona è luce, Lisbona è!
Si, è una città che colpisce dritto al cuore. Difficile resistere al fascino moresco delle azulejos, alle note suadenti del fado, agli elevador che si inerpicano sulle irte salite del centro storico, ai mille riflessi della luce che al tramonto si specchia sul fiume Tago.

Capitale del Portogallo, situata sulla riva nord del fiume Tago si affaccia sull’oceano Atlantico, da sola ospita all’interno della sua area metropolitana un terzo degli abitanti dell’intera nazione.

Raggiungere Lisbona è semplice e conveniente se si riesce a trovare una buona offerta con una delle tante compagnie aeree low cost che partono dal nostro paese. Un esempio, il nostro volo con Easyjet partenza da Milano è costato la modica cifra di 133 euro andata e ritorno per due persone. Il collegamento aeroporto -città con il bus di linea n.44 euro 1,40 a persona.

Un’esperienza da fare e da consigliare, è certamente quella di perdersi nei vicoli e vicoletti della città, senza una meta precisa alla scoperta di angoli insoliti e non necessariamente inflazionati turisticamente. Ritengo Lisbona una città da vivere a piedi, senza macchina e con il solo ausilio dei mezzi pubblici.

Cosa vedere?

Il Barrio Alto di Lisbona.
Uno dei quartieri storici della città, con le sue stradine strette e i suoi palazzi del seicento, ospitava le famiglie benestanti di Lisbona. Attualmente può considerarsi il quartiere dei giovani, è infatti qui che il fine settimana si radunano i ragazzi per una passeggiata o per ascoltare della buona musica in qualche piano bar.
Da non perdere:
Il Miradouro Alto de Santa Catarina bellissimo belvedere sull’estuario del fiume Tago.
Praco do Principe Real, la piazza è famosa per il suo maestoso cedro del Libano scampato al terremoto del 1755, dalla piazza è possibile giungere al museu da Agua da Epal.
Il giardino botanico, con le sue piante esotiche è uno dei più belli della capitale.
La chiesa di Sao Roque, un pezzo d’Italia in terra portoghese edificata dall’architetto Filippo Terzi. La facciata purtroppo fu distrutta dal terremoto ma l’interno custodisce un tesoro di marmi e pietre preziose.

Il Quartiere del Rossio con la sua omonima piazza. La praca do Rossio risale al XII secolo, al centro possiamo notare due fontane in stile barocco, un monumento in onore di Don Pedro IV, la facciata del teatro Nacional de Dona Maria II.
Inoltre la sera è un piacere passeggiare lungo la Rua Das Portas De Santo Antao in cui sono presenti diversi ristoranti.

La Baixa è il centro della città, interamente distrutta dal terremoto del 1755 e interamente ricostruita in stile neoclassico. Molte sono le vie pedonali, i ristoranti e i locali in cui passare piacevoli momenti.
Da non perdere l’Elevador de Santa Justa, bellissimo ascensore verticale che regala panorami significativi su Lisbona.

Unico svantaggio riscontrato nel visitare Lisbona è il clima ballerino, molte spesso piove! Ma questo piccolo inconveniente non sminuisce minimamente la bellezza di questa capitale europea!

cosa-vedere-lisbona-2

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>