Cosa utilizzate per aprire i file RAR

Prima di vedere i diversi software disponibili per gestire archivi RAR, è d’obbligo un’introduzione che possa far capire di cosa si sta parlando.

Il RAR è un formato proprietario che consente di archiviare dei dati in modo compresso. E’ stato sviluppato negli anni ’80 da Eugene Roshal, infatti RAR è l’acronimo ci Roshal ARchive.
Inizialmente sviluppato solo per DOS, sono state poi create diverse versioni per tutti i sistemi operativi più diffusi: Windows, Linux e MAC OS.
L’algoritmo di compressione è supportato dai programmi rilasciati dalla casa Rarsoft, mentre è possibile decomprimere i file RAR attraverso numerosi altri programmi, sia gratis che a pagamento.

La compressione in formato RAR utilizza algoritmi più lenti rispetto a ZIP e GZIP, ma generalmente riesce ad avere un rapporto di compressione maggiore. Bisogna però ricordare che, in questi casi, è fondamentale capire con quali file si ha a che fare: infatti un formato di compressione può risultare migliore su un certo tipo di documenti e totalmente inefficiente su altri.

Utilizzando il RAR è possibile dividere un file in più “volumi”, ossia si può suddividere un file in più parti.
Infine, è possibile proteggere ogni archivio con un password che ne renderà impossibile l’estrazione a persone non autorizzate.

Iniziamo la trattazione dei vari software disponibili da quelli gratuiti.

7-Zip è un programma leggero e gratuito, open-source e scaricabile liberamente all’indirizzo 7-zip.softonic.it. Utilizza un formato di compressione “nativo”, il 7z, ma permette di decomprimere anche archivi RAR. Per quanto riguarda la creazione di un archivio, invece, i formati tra cui si potrà scegliere sono ZIP, 7z, GZIP, TAR e BZIP2.
Permette di scegliere una password per decomprimere i file, ma non è in grado di cifrare il contenuto di un archivio. Inoltre, non permette di controllare eventuali errori o virus.

Per chi utilizza Windows è disponibile il famoso WinRar. E’ compatibile con Vista e 7, ma ancora non è stato tradotto in italiano. Si tratta di un programma a pagamento, ma è utilizzabile nella sua versione shareware con alcune limitazioni. Anche in questo caso è possibile scegliere tra molti tipi di formati per la compressione.
Si potrà anche scegliere il “livello di compressione”: più questo è alto, e più tempo sarà richiesto per completare l’operazione, ma poi il file risultante occuperà meno spazio su disco. Permette anche di impostare una password per l’archivio, cifrare i dati in esso contenuto e fare ricerche all’interno degli archivi senza estrarre i file.

Altro programma molto conosciuto (e gratuito) è ZipGenius, sempre per Windows: potente e versatile, è liberamente scaricabile all’indirizzo zipgenius.softonic.it.
E’ anche in grado di svolgere numerose operazioni di backup, per salvare le cartelle più importanti di Windows e di alcuni programmi come, ad esempio, Firefox e Thunderbird. Permette di lavorare con più di 20 differenti tipi di file.

Questi sono solo alcuni dei programmi in grado di lavorare con i RAR. Con una semplice ricerca su internet, comunque, è possibile reperire decine di software in grado di comprimere e decomprimere file, a seconda delle proprie esigenze.

rar

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>