Cosa sapere sulla gravidanza a 13 settimane

Nel corso della tredicesima settimana di gravidanza, il feto sta formando i dentini sotto le gengive (denti che, ovviamente, compariranno solo dopo la nascità, dopo i sei mesi). È probabile che sentiate dolori nella parte bassa del ventre: la “colpa” è dell’utero, che sta crescendo progressivamente. Non bisogna preoccuparsi, anzi, in un certo senso, bisogna farci l’abitudine, perché potrete sentire questo tipo di dolore fino al termine della gravidanza: dolori dovuti alla distensione dei legamenti che tengono l’utero. Il piccolo è lungo dai sei agli otto centimetri, e non raggiunge i 30 grammi di peso. Sentite il feto crescere, e potrete rilassarvi, perché il periodo più critico e a rischio è già passato. In questi giorni, potrete sentirvi davvero piene di vita, di forza e di energia: approfittatene, godetevi il vostro stato di futura mamma, ma ricordate sempre che quando il corpo chiama bisogna ascoltarlo, e ai primi segni di stanchezza dovrete immediatamente riposarvi. Sì all’attività fisica, dunque, che è vivamente consigliata, ma con cautela. Se vorrete essere sotto controllo, invece che dedicarvi a passeggiate in autonomia potrete iscrivervi a corsi dedicati alle future mamme. L’intervento di professionisti in questo senso potrà solo essere un bene.
In questi giorni, una nuova visita dal ginecologo servirà per schiarire e allontanare eventuali dubbi, oltre che per sentire i battiti del feto, e fare un check up generale del vostro stato di salute, attraverso la misurazione del peso corporeo ed esami del sangue. Peraltro, se il piccolo è nella posizione giusta, già in questa settimana potrete scoprire il sesso del nascituro.
Per quanto riguarda il feto, stanno cominciando a prendere forma le corde vocali: il suo volto inizia a prendere le sembianze di un viso umano. Gli occhi, che all’inizio si trovavano all’esterno della faccia, si stanno riportando verso il centro. Il pancreas inizia a produrre insulina, mentre l’intestino si sta posizionando all’interno della pancia. Il fegato, infine, comincia a produrre bile.
Questa è la prima settimana del secondo trimestre di gravidanza: si tratta, come sottolineavamo all’inizio, di un periodo che solitamente le donne affrontano con serenità, se non addirittura con felicità, proprio perché il rischio di aborti spontanei si riduce al minimo. La nausea e la sensazione di fatica che avete provato nei mesi precedenti dovrebbero sparire nel giro di poco tempo: ne guadagnerete sia da un punto di vista fisico che da un punto di vista psicologico. Il fatto che abbiate guadagnato peso non sarà un ostacolo per l’aumento della vostra vitalità. Addio ai malesseri mattutini, quindi, e contemporaneamente aumenterà l’appetito: ricordate che dentro di voi avete una creatura da nutrire, e che tutta la sua alimentazione viene assorbita da quel che mangiate voi.
Non preoccupatevi per i bruciori di stomaco che proverete, mentre, da un punto di vista estetico, fate attenzione alle smagliature che potrebbero comparire su fianchi e pancia: potranno essere evitare guadagnando peso lentamente, attraverso una dieta sana, bilanciata e non forzata.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>