Cosa fare se si rompe lo schermo del pc portatile

Nella nostra sempre più tecnologica vita quotidiana si è inserito , e decisamente di prepotenza , il computer portatile , che è praticamente in ogni casa e spesso e volentieri quasi inseparabile da noi stessi.
Ci segue infatti in giro per casa nelle nostre varie attività , dalla cucina , per illustrare una ricetta cercata al volo sul web per la cena , al letto , sostituendo con gli e – book il classico buon vecchio libro da leggere prima di dormire , passando naturalmente di stanza in stanza in base a quello cui ci dedichiamo nel corso della nostra giornata.
Ma più un qualsiasi apparecchio viene usato e più c’è in effetti il concreto rischio che si rompa , e , nel caso del computer portatile , il rischio più grande , da un punto di vista di costo di riparazione e di danno effettivo , è proprio la rottura del monitor.
E’ sufficiente una caduta , oppure uno sbadatissimo chiudere il pc senza rendersi conto che tra monitor e tastiera c’è qualcosa, per trovarsi con un inutilizzabile monitor frantumato , tanta rabbia e soprattutto il pesante pensiero di doversi separare dal proprio amato laptop.
Naturalmente, soprattutto in un pc portatile , il monitor è davvero fondamentale , ed una delle opzioni che va considerata in un caso come questo, soprattutto se si tratta di un computer piuttosto vecchio, è quella di ricomprare tutto l’apparecchio da capo.
Alternativa , invece , soprattutto per un apparecchio nuovo o quasi , è quella di sfruttare la garanzia dell’ acquisto , se copre anche eventuali danni che non dipendono dalla casa stessa del computer, oppure quella di rivolgersi , a prescindere dalla possibilità di sfruttare la garanzia , a centri di assistenza tecnica specializzata , meglio se consigliati o convenzionati con la marca stessa del computer , proprio perché in linea di massima è più semplice che abbiano il pezzo che occorre.
Il costo in questo caso è piuttosto alto , proprio perchè oltre alla spesa viva del pezzo c’è quella della manodopera che dovrà cambiare materialmente il monitor del laptop: in linea di massima non si riesce mai a spendere meno di un quattrocento euro, e da qui il costo di solito non fa che salire, anche di molto.
Se invece si è in grado di farlo, oppure si conosce qualcuno che lo sa fare, si può cambiare anche da soli: uno schermo nuovo costa meno di 200 euro , e se ne trovano anche su siti di aste pubbliche , facendo però attenzione a non incappare in truffatori: in questo caso , meglio se facendosi consigliare comunque dal rivenditore di fiducia oppure da un esperto del settore, si può smontare il vecchio monitor e sostituirlo con il nuovo , facendo attenzione a sistemare tutti i contatti e soprattutto , a trattare il laptop con attenzione ed un po’ più di delicatezza , onde evitare di dover di nuovo provvedere ad un pezzo così importante del computer e così scomodo e costoso da riparare.

schermo pc rotto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>