Cosa fare se ci viene rubata la valigia in treno

L’incubo di ogni viaggiatore è di smarrire la valigia durante il viaggio o addirittura subirne un furto, uno dei luoghi in cui si verifica un consistente numero di furti è il treno, soprattutto nelle ore notturne quando i malviventi approfittano del silenzio che regna nelle carrozze.

Viaggiando in treno si perdono punti di riferimento, spesso non si ha idea di chi sia la persona cui bisogna rivolgersi.

Se il furto avviene con treno in movimento, conviene prendere contatto con il personale addetto al controllo dei vagoni, che avviserà il conducente del treno per attivare le procedure del caso.

L’addetto alla sorveglianza a bordo eseguirà una prima ispezione per verificare l’eventuale presenza della valigia in altri scompartimenti o a segnalare alla Polizia Ferroviaria (POLFER) della stazione più vicina l’avvenimento, con molta probabilità sarà consentita la salita a bordo dei poliziotti e non sarà permesso scendere.

Quindi la prima cosa da fare è quella di rivolgersi al personale del treno.

Nell’ipotesi che il treno sia fermo in stazione e vi accorgete della scomparsa del bagaglio, è preferibile prendere contatto immediatamente la POLFER e segnalare l’accaduto.

Personalmente non ho mai subito furti in treno ma mi è capitato di essere testimone di sottrazione di bagagli e queste sono state le procedure adottate.

Se le ricerche non danno esito positivo, è possibile presentare una richiesta di risarcimento indirizzata a Trenitalia, non tutti i viaggiatori sono informati dell’assicurazione a tutela del viaggiatore compresa nel biglietto di viaggio e che da diritto a un rimborso di 260 euro a valigia fino a un massimo di due, il tutto per i viaggiatori che scelgono treni Eurostar e Intercity o per chi viaggia in cuccetta o vagoni letto.

Per ottenere il risarcimento è indispensabile segnalare l’accaduto agli organi di controllo presenti sul treno o a terra entro 24 ore dal furto, la richiesta va presentata alla stazione di arrivo o a mezzo raccomandata entro il termine perentorio di 15 giorni, presentando un’accurata lista che descriva i beni presenti all’interno della valigia.

Il disagio subito è tanto ma almeno c’è la possibilità di recuperare una parte del danno.

Il rimborso è previsto anche per furto di portafogli, fotocamere e computer.

La prassi da seguire in caso di furto di valigia durante un viaggio in treno è questa, purtroppo il diritto al rimborso è tenuto un po’ nascosto da parte di Trenitalia, anche se le sentenze in favore dei consumatori sono molte.

L’assicurazione bagagli è un servizio che Trenitalia ha messo a disposizione dei viaggiatori, importante è l’esibizione del titolo di viaggio.

Lo svantaggio di rimanere senza bagagli è compensato dalla presenza di quest’assicurazione gratuita.

Chi si trova a essere coinvolto in un furto di bagaglio deve mantenere la calma e avvisare le persone preposte al controllo sul treno, con molta probabilità il bagaglio sarà recuperato in qualche altro vagone ma se proprio va male, c’è questa soluzione di consolazione, anche se spesso il valore economico dei beni presenti nella valigia è molto superiore rispetto al rimborso assicurativo.

Nelle ore notturne è preferibile chiudere lo scompartimento per evitare spiacevoli risvegli, se necessario il personale del treno busserà, non c’è necessità di dormire con la porta aperta.

furto

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>