Cosa fare con una Micro SD difettosa

Le schede SD vengono impiegate in moltissimi dispositivi elettronici, dai piccoli lettori MP3 ai più grandi PC. Può capitare che la scheda si danneggi e sia quindi inutilizzabile.

Come riparare una scheda Micro SD rotta

Vediamo quindi come riparare una scheda Micro SD rotta. Prima di tutto devi saper riconoscere le schede SD: infatti si possono trovare sia allo stato “normale“, ovvero nelle loro dimensioni di una comune SIM da cellulare, sia inserite in un adattatore più grande, che ne facilita l’uso e l’immissione in dispositivi quali fotocamere digitali e videocamere: in questo caso, la SD va sfilata dal supporto.
La prima fase consiste nella pulizia dei contatti. Prendi un po’ cotone e una bottiglia di alcool per pulizie: ne va bene uno generico, possibilmente senza aggiunta di sostanze chimiche corrosive.
Una volta che hai davanti a te la scheda alle sue dimensioni naturali, capovolgila così che i pin (ovvero i contatti) siano visibili. A questo punto inumidisci con qualche goccia di alcool il batuffolo di cotone (eventualmente va bene anche un cotton-fioc morbido) e strofina delicatamente i contatti in rame. Lo scopo è quello di togliere dai pin l’ossido e la polvere che si vengono a formare con il tempo.

Dopo l’operazione di pulizia, il passaggio successivo consiste nella formattazione della scheda. Tramite questa operazione tutti i dati interni verranno eliminati e verrà ricreata la cosiddetta Tabella di Allocazione dei File. Purtroppo la cancellazione dei file è inevitabile. Al limite puoi provare la scheda per constatare se la sola operazione di pulizia fosse stata risolutiva.

Altrimenti, procedi alla formattazione; ecco in dettaglio i passaggi da effettuare:
1. Inserisci di nuovo la scheda SD nell’adattatore più grande.
2. Poni l’adattatore nel lettore SD presente sul tuo PC con sistema operativo Windows (se non ne hai uno, dovrai acquistarlo come periferica esterna).
3. Effettua l’accesso al PC e recati nella sezione “Risorse del Computer” (o semplicemente “Computer” da Windows 7 in poi).
4. Identifica il simbolo della scheda SD, cliccaci sopra con il tasto destro del mouse e scegli la voce “Formatta“.
5. Nella finestra che appare scegli l’opzione File System “FAT” se la scheda ha una dimensione inferiore o uguale a 2GB; scegli invece “FAT32” se la capacità supera quelle dimensioni.
6. Lascia la dimensione dei Cluster alle impostazioni predefinite.
7. Clicca su “formatta” e conferma l’operazione.

Dopo circa tre o più minuti (in base alla grandezza della scheda) il processo sarà concluso.
Ora dovrai effettuare una prova per essere certo che la scheda sia tornata a funzionare. Per fare questo puoi copiare un file dall’hard-disk del tuo PC alla scheda, oppure inserire la micro SD in una fotocamera e scattare qualche foto.
Se tutto è tornain regola i file e le foto rimarranno archiviati nella scheda micro SD e il problema sarà risolto.

 

 

Cosa fare con una Micro SD difettosa

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>